CALCIO – La Roma allunga la striscia. El Shaarawy sugli scudi

Empoli battuto grazie alla doppietta del faraone e al gol di Pjanic. Sesta vittoria di fila per gli uomini di Spalletti e terzo posto provvisorio

0
465
El Shaarawi

La pioggia non ferma il prologo della 27^ giornata di Serie A, 8^ di ritorno. Al Castellani di Empoli sono di scena i capitolini, chiamati ad allungare la striscia per dare l’assalto al terzo posto della Fiorentina. Le assenze da una parte e dall’altra condizionano le scelte dei due tecnici, in particolare Spalletti, il quale non schiera Manolas, Florenzi e Dzeko.

LA FORMAZIONE – 4-3-3 dunque, con Szczesny in porta; linea difensiva composta da Maicon, Rüdiger, Zukanovic e Digne. La diga di centrocampo vede Keita, Pjanic e Nainggolan alle spalle del tridente Salah-Perotti-El Shaarawy. Nuova occasione da falso nueve per l’argentino dopo l’esperimento contro il Real Madrid. Di fronte l’Empoli, orfano di Tonelli e Saponara e con i due giocatori di proprietà romanista Skorupski e Paredes.

IL MATCH – Comincia la sfida su un campo drenato a sufficienza. Alla prima occasione la Roma trova subito il vantaggio e lo fa in maniera spettacolare. El Shaarawy avanza indisturbato fino ai trenta metri e lascia partire un tiro a giro che si infila all’angolino, imparabile per Skorupski. L’Empoli risponde con Pucciarelli al quarto d’ora, che prova a imitare El Shaarawy con scarsi risultati. Un minuto più tardi, Maccarone fa tutto bene, compreso il diagonale, ma non fa i conti con Szczesny, che gli dice di no. Ma gli azzurri non si danno per vinti e pervengono al pari in circostanze fortunate. Mario Rui propone il cross, Szczesny smanaccia sul volto di Zukanovic che insacca il pallone nella propria porta. Subito dopo la Roma potrebbe riportarsi in vantaggio col tiro di Nainggolan, deviato dal mucchio selvaggio in area di rigore. Poco male perché al 26′ la Roma usufruisce di un calcio di punizione dal limite per atterramento di Croce ai danni di Perotti. S’incarica della battuta lo specialista Pjanic, che al primo tentativo spedisce la palla sulla barriera, ma sul secondo è impietosi battendo Skoupski con un destro di potenza. Quando la prima frazione volge al termine, problemi al polpaccio per Nainggolan e il belga è costretto a lasciare spazio a Iago Falque. Si va al riposo con la Roma in vantaggio.

Nella ripresa la squadra di Spalletti comincia forte: El Shaarawy potrebbe fare il bis dopo una bella azione dei giallorossi, ma Skorupski, in versione felino, para in due tempi. Dalla parte opposta Zielinski serve Maccarone in area: Big Mac si coordina e prova la mezza-girata, alta di poco. Il colpo del KO è comunque dietro l’angolo e arriva al 74′: El Shaarawy avvia l’azione servendo Salah, che prova un diagonale sul quale Skorupski si supera. Il polacco però non può nulla sul successivo tap in di El Shaarawy. È il 3-1 per la Roma. Il Faraone, autore di una doppietta, viene sostituito subito dopo favorendo l’ingresso di Dzeko. Nel finale Mario Rui perde la testa e commette un fallo di reazione dando un calcio a Rüdiger. Finisce così la sfida del Castellani; una Roma sempre più in palla centra la sesta vittoria di fila tornando a far sognare i propri tifosi. The time is now!

 

IL TABELLINO
EMPOLI-ROMA 1-3 (5′, 74′ El Shaarawy, 22′ aut. Zukanovic, 27′ Pjanic)

EMPOLI (4-3-1-2): Skorupski; Laurini, Cosic, Ariaudo, Mario Rui; Zielinski, Paredes, Croce (64′ Livaja); Krunic (51′ Buchel); Maccarone (73′ Mchelidze); Pucciarelli A disp.: Pugliesi, Pelagotti; Zambelli, Bittante, Camporese, Maiello, Diousse, Piu. All. Marco Giampaolo

ROMA (4-3-3): Szczesny; Maicon (73′ Manolas), Rüdiger, Zukanovic, Digne; Keita, Pjanic, Nainggolan (37′ Iago Falque); Salah, Perotti, El Shaarawy (79′ Dzeko). A disp.: De Sanctis, Lobont, Castan, Florenzi, Torosidis, Emerson Palmieri, Vainqueur, Strootman, Totti. All. Luciano Spalletti

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO