CALCIO-EL – Lione-Roma 4-2. Commento e pagelle giallorosse

Dopo aver chiuso in vantaggio per 2-1 il primo tempo, i giallorossi sono spariti nella ripresa, subendo tre reti. Compromesso l'accesso ai quarti di finale della competizione

0
128
Lione-Roma 4-2

Fonte: Vocegiallorossa.it Twitter: 

Alisson 6.5: prende subito gol ma non ha colpe. Nel primo tempo, rimane a guardare la partita ma nella ripresa deve salvare la baracca in più di un’occasione.

Manolas 5.5: Diakhaby passa tra lui e Dzeko e porta in vantaggio il Lione. Evita il peggio in altre circostanze.

Fazio 6: tra i migliori in campo fino all’azione del terzo gol, in cui nemmeno lui riesce a fermare Fekir.

Jesus 5: troppo morbido l’intervento su Fekir, si distrae in un paio di occasioni.

Bruno Peres 5: a volte sbaglia l’ultimo passaggio ma, almeno inizialmente, sembra più intraprendente del solito. Cala vistosamente alla distanza.

De Rossi 5.5: tiene come può il centrocampo ma, in occasione del secondo gol, gli sfugge Tolisso che trova un gran gol. Nel finale sembra stanco e Spalletti lo toglie dal campo, lasciando un vuoto che Paredes non riempie. Dal 37’st Paredes sv.

Strootman 5: partita anonima dell’olandese, nullo in avanti e poco concreto anche in fase difensiva.

Emerson 5: si fa vedere nei primissimi minuti, quando mette la palla in mezzo per Salah dopo il tiro di Nainggolan. Poi svanisce letteralmente.

Salah 6: l’unico a tenere viva la manovra. Il Lione attacca ma lascia anche spazi e l’egiziano cerca di approfittarne. Trova il gol del pareggio e nella ripresa serve un pallone alla Totti per Dzeko, che spreca clamorosamente allungandosi il pallone.

Nainggolan 5: anche lui sottotono, finisce con la lingua di fuori. Dal 40’st Perotti sv.

Dzeko 4: non tiene palla, non trova la porta, è lento e macchinoso. Salah gli serve un pallone al bacio che lui si allunga ingenuamente. Spalletti aveva detto: “Posso giudicare stanco un calciatore dopo 2-3 partite, non prima”. Lazio, Napoli e Lione possono probabilmente bastare. Dal 48’st El Shaarawy sv.

Spalletti 4: nel primo tempo la Roma controlla bene la partita e finisce meritatamente in vantaggio. Inspiegabile, però, il crollo nella ripresa. Inspiegabile anche il motivo per cui il primo cambio sia arrivato solo a 8 minuti dalla fine.

IL TABELLINO
LIONE-ROMA 4-2 (8′ Diakhaby, 19′ Salah, 33′ Fazio, 47′ Tolisso, 73′ Fekir, 90’+2′ Lacazette)

LIONE (4-3-3): Lopes; Rafael (46′ Jallet), Mammana (70′ Fekir), Diakhaby, Morel; Tolisso, Gonalons, Tousart; Ghezzal (75′ Cornet), Lacazette, Valbuena.
A disp.: Gorgelin, Yanga-Mbiwa, Ferri, Darder. All. Bruno Genesi

ROMA (3-4-2-1): Alisson; Manolas, Fazio, Jesus; Peres, De Rossi (82′ Paredes), Strootman, Emerson; Salah, Nainggolan (84′ Perotti); Dzeko (90’+3′ El Shaarawy).
A disp.: Szczesny, Totti, Vermaelen, Mario Rui, El Shaarawy. All. Luciano Spalletti

Arbitro: Anthony Taylor (ENG)
Assistenti: Jake Collin (ENG) – Simon Bennett (ENG)
Quarto Ufficiale: Adam Nunn (ENG)
Arbitri Addizionali d’Area: Jonathan Moss (ENG) – Andre Marriner (ENG)

Ammoniti: Emerson Palmieri (ROM), Tousart (LYO), Manolas (ROM)

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO