CALCIO – Russia 2018, Barbera e champagne per gli Azzurri

Venerdì 24 marzo 2017 a Palermo i ragazzi di Ventura devono consolidare il primato nel girone in condominio con la Spagna, impegno molto importante a fronte della sfida fra le Furie Rosse e Israele

0
199
RUSSIA-2018

Torna la nazionale, tornano le emozioni che solamente la maglia azzurra riesce a trasmettere all’Italia calcistica, sino a una settimana fa divisa dalle tante fedi ma venerdì riunita sotto al tricolore che sventolerà sullo Stadio Barbera in occasione della quinta gara valevole per le qualificazioni ai Mondiali del 2018.

Ventura categorico alla vigilia di un impegno che potrebbe tracciare il primo vero solco in una classifica che vede gli Azzurri guidare il gruppo a pari merito con la Spagna del ct Lopetegui, a sua volta impegnata nell’incontro casalingo contro Israele. Idee chiare per l’allenatore ligure in merito a una formazione presumibilmente schierata con un offensivo 4-2-4; davanti all’intramontabile Buffon, fresco dell’ennesimo record ottenuto con la maglia della Juventus, spazio alla rodata coppia centrale BonucciBarzagli, supportati sulle corsie laterali dal moto perpetuo di Zappacosta e De Sciglio. Cabina di regia affidata a Verratti, ormai destinato a raccogliere la pesante eredità di Pirlo nello scacchiere azzurro e con a fianco un De Rossi capace spesso di dare il meglio di sé con la maglia della nazionale, zona nevralgica di un centrocampo che vedrà muoversi sulle fasce le due ali Candreva e Insigne, cui il ct riserverà il compito di garantire continui suggerimenti per le punte Immobile e Belotti in un modulo tanto sbilanciato quanto riequilibrato dalle coperture del nerazzurro.

Scelte che mettono in luce anche una particolare attenzione alla linea verde tanto celebrata dall’ambiente, con Petagna, Spinazzola, Verdi, D’Ambrosio e Meret alla prima convocazione in azzurro della loro breve ma finora brillante carriera, un premio che il ct ha voluto riconoscere a cinque talenti puri del nostro campionato. Difficile vederli in campo nell’importante sfida contro l’Albania di De Biasi, ben più plausibile attendersi qualche debutto per l’amichevole di martedì 28 marzo 2017 contro l’Olanda. D’altro canto il tempo sembra essere dalla loro parte e l’aver ricevuto una chiamata dalla nazionale maggiore rappresenta di per sé già un grande traguardo.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO