CALCIO – Roma-Juventus 3-1. Commento e pagelle giallorosse

Festa scudetto dei bianconeri rimandata. Lemina porta in vantaggio la Juventus al 21', ma dopo soli quattro minuti De Rossi porta la Roma al pareggio. Nella ripresa prima El Shaarawy al 57' e poi Nainggolan al 65' chiudono la gara

0
272
Roma-Juventus 3-1

Fonte: Vocegiallorossa.it Twitter: 

Szczesny 6.5: bravo su Higuain nel primo tempo, incolpevole sul gol. Miracolo ancora su Higuain, proprio allo scadere.

Rüdiger 7: preciso nelle chiusure, bravo anche in fase di spinta. Si propone spesso e volentieri sull’out di destra, creando qualche pericolo ad Asamoah.

Fazio 6.5: qualche responsabilità sul gol juventino ma poi una gara praticamente perfetta.

Manolas 7: insieme a Fazio limita al massimo Higuain e riduce al minimo i rischi.

Emerson 7: anche lui non perfetto sul gol di Lemina ma annulla Cuadrado. Spinge poco ma non sbaglia nulla dietro.

De Rossi 7: partita maschia, di quelle che piacciono al centrocampista di Ostia. Rimette in piedi la gara con il fondamentale gol dell’uno a uno e spesso va in rotta di collisione con Pjanic, cui non risparmia più di un’entrata decisa.

Paredes 7: ottima partita dell’argentino anche, e soprattutto, in fase difensiva, dove spesso aveva peccato quest’anno.

Salah 6.5: spreca una ghiotta occasione nel primo tempo ma è bravo in occasione del gol di Nainggolan. Aspetta l’inserimento del belga e dà la palla con i tempi giusti. Avrebbe potuto sfruttare forse un pochino meglio qualche contropiede, nel finale. Dal 47’st Totti sv.

Nainggolan 7.5: ha fatto di tutto per essere della partita e non delude, prima servendo un assist con il goniometro per Salah, che spreca, e poi trafiggendo Buffon con un destro dall’interno dell’area di rigore, fissando il risultato sul 3-1. Dal 33’st Jesus sv.

El Shaarawy 7: inizia cavalcando verso l’area di rigore, con il suo cross intercettato da Benatia. A tratti si eclissa dal campo ma il gol del 2-1 è un capolavoro di balistica. Un colpo da biliardo, preciso ma non potente, che si infila all’angolino.

Perotti 6: torna nel ruolo di falsuo nueve, come accaduto al suo arrivo a Roma lo scorso anno. Svaria per tutto il fronte offensivo e, nella ripresa, si sposta a destra con Salah nel ruolo di prima punta. Dal 24’st Grenier sv.

Spalletti 7.5: azzecca tutte le mosse, proponendo una Roma aggressiva, corta e determinata.

IL TABELLINO
ROMA-JUVENTUS 3-1 (21′ Lemina, 25′ De Rossi, 57′ El Shaarawy, 65′ Nainggolan)

ROMA (4-2-3-1): ​Szczesny; Rüdiger, Manolas, Fazio, Emerson; De Rossi (C), Paredes; Salah (90’+3 Totti), Nainggolan (78′ Juan Jesus), El Shaarawy; Perotti (70′ Grenier).​
A disp.: Alisson, Lobont, Mario Rui, Vermaelen, Bruno Peres, Frattesi, Gerson, Tumminello.​
All. Luciano Spalletti

JUVENTUS (4-3-3):​Buffon (C); Lichtsteiner (64′ Dani Alves), Benatia, Bonucci, Asamoah; Lemina, Pjanic, Sturaro (69′ Dybala); Cuadrado (77′ Marchisio), Higuain, Mandzukic.​
A disp.: Neto, Audero, Barzagli, Chiellini, Alex Sandro, Rincon, Mattiello, Mandragora.
All. Massimiliano Allegri

Arbitro: Luca Banti della sezione di Livorno
Assistenti: Tonolini – Manganelli
Quarto Ufficiale: Paganessi
Arbitri Addizionali d’Area: Mazzoleni – Giacomelli

Ammoniti: 46′ Fazio (R), 50′ De Rossi (R), 60′ Paredes (R), 89′ Benatia (J), 90’+2 Higuain (J)

Note: paganti 53.023; incasso 2.373.269,00 euro

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO