CALCIO – Roma-Udinese 3-1. Commento e pagelle giallorosse

La rete di Dzeko all'11' e la doppietta di El Shaarawy (30', 44') regalano i tre punti a Di Francesco. Stryger al 90' riesce a segnare il gol della bandiera per i friulani

0
122
Di Francesco

Fonte: Vocegiallorossa.it Twitter: @lucadale86

Alisson 7: purtroppo Larsen gli rovina al 90′ la gioia di un altro cleen sheet. Subito chiamato in causa dagli avversari, nel secondo tempo è strepitoso su Jankto e nel deviare sulla traversa la conclusione di Nuytinck.

Florenzi 6: sempre pronto a catapultarsi in avanti sia da esterno che da centrale. Serve una buona palla per Dzeko che riesce a girarsi e battere di sinistro verso la porta difesa da Bizzarri. Dal 77′ Bruno Peres: s.v.

Manolas 6,5: imposta in più di un’occasione l’azione dalla difesa e quando viene chiamato a rincorrere l’avversario, risponde sempre presente.

Fazio 6,5: per stazza, ha il compito di marcare Maxi Lopez e lo annulla completamente. Vince tutti i duelli aerei e va vicino al gol, costringendo all’uscita alta coi pugni Bizzarri, da situazione di calcio d’angolo nel primo tempo.

Kolarov 6: poco brillante. Troppo partite ravvicinate si fanno sentire e con il risultato di 3-0 si autogestisce. Dal 74′ Hector Moreno 5,5: sbaglia il fuorigioco sull’azione che dà il via al gol di Larsen.

Nainggolan 6,5: solita partita di corsa e grinta del ninja. Basti vedere con quanta caparbietà, da terra, riesce a mettere la zampa per servire Edin Dzeko e sbloccare subito una partita che poteva diventare insidiosa.

De Rossi 6,5: il migliore del reparto. Lotta, si sacrifica e ormai ha acquisito quell’esperienza tattica che gli consente di coprire in automatico i compagni di difesa fuori posizione e di auto correggersi, come in occasione del tiro di Jankto su cui si butta a corpo morto e devia in angolo.

Strootman 6: segnali di crescita per l’olandese che si mette in luce soprattutto finché la partita non è già vinta. Un buon break sulla trequarti difensiva dell’Udinese e un buon assist per Dzeko che spreca.

Perotti 6: partita dai due volti per l’argentino. Da una parte la solita corsa abbinata a tecnica e dribbling che solo lui in squadra possiede, dall’altra parte gli manca sempre lo spunto concreto. Nel primo tempo serve un cioccolatino da scartare in area di rigore che Dzeko ed El Shaarawy si contendono e sprecano. La rabona sul terzo gol giallorosso è un qualcosa di pseudo inutile che rischia di rovinare un gran contropiede, se non fosse per l’errore marchiano del difensore dell’Udinese. Pecca anche nel suo pezzo forte, il calcio di rigore, colpendo in pieno il palo.

Dzeko 7,5: 22 gare 22 gol, quasi sempre gol che sbloccano il match. La gara viene impreziosita dall’assist per il gol di El Shaarawy, doppia sterzata sul difensore e palla a centro area. Al momento della sostituzione è combattuto, perché vorrebbe segnare almeno la doppietta. Esce acclamato a gran voce da tutto lo stadio. Dal 69′ Defrel 5,5:potrebbe fare gol in un paio di circostanze, ma non riesce ancora a incidere.

El Shaarawy 7,5: attaccante che dà profondità esterna alla squadra, ma quando si accentra lo fa da bomber vero. Basti vedere come brucia Behrami e con l’esterno del piede segna il due a zero, o come si fa trovare pronto a sfruttare l’errore dell’avversario in occasione del terzo e definitivo gol giallorosso.

Di Francesco 7: continua a ruotare la squadra in maniera intelligente e a ottenere un buon gioco, ma soprattutto 3 punti a partita. Terza vittoria consecutiva dosando le forze. Anche la scelta di far rifiatare Dzeko e Kolarov è un qualcosa che risulta ampiamente calcolato a tavolino.

IL TABELLINO
ROMA-UDINESE 3-1 (11′ Dzeko, 30′, 44′ El Shaarawy, 90′ Stryger)

ROMA (4-3-3): Alisson; Florenzi (77′ Peres), Manolas, Fazio, Kolarov (72′ Moreno); De Rossi, Nainggolan, Strootman; Perotti, Dzeko (69′ Defrel), El Shaarawy
A disp.: Lobont, Skorupski, Castan, Jesus, Gonalons, Gerson, Pellegrini, Cengiz Ünder.
All. Eusebio Di Francesco

UDINESE (4-4-2): Bizzarri; Stryger, Angella, Nuytinck, Samir; De Paul (69′ Bajic), Behrami, Barak (52′ Fofana), Jankto; Lasagna (46′ Pezzella), Maxi Lopez
A disp.: Scuffet, Borsellini, Bochniewicz, Alì Adnan, Hallfredsson, Balic, Matos, Ewandro.
All. Luigi Delneri

Note: 32457 presenti (975.096 euro di incasso)

Arbitro: Davide Massa di Imperia
Assistenti: Paganessi – Liberti
Quarto ufficiale: Ros
VAR: Di Bello
AVAR: Serra

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO