CALCIO – Roma-Chievo 4-1. Commento e pagelle giallorosse

I giallorossi passano in vantaggio con Schick all'8', Dzeko raddoppia al 40'. Al 65' El Shaarawy e due minuti dopo ancora Dzeko chiudono la gara, lasciando spazio solo al gol della bandiera di Inglese all'88'. Alisson neutralizza un calcio di rigore

0
132
La Roma festeggia i gol

Fonte: Vocegiallorossa.it Twitter: 

Alisson 7: qualche morbida parata fino al rigore che, forse, decide il match. Prendendo gol, la Roma si sarebbe probabilmente impaurita e avrebbe potuto rischiare qualcosa. La parata ha invece abbattuto il Chievo, galvanizzato la Roma che ha chiuso poi il match. Incolpevole sul gol.

Peres 6: difende con diligenza e attacca con parsimonia. Fa il suo.

Fazio 5.5: si distrae e Castro prende subito la traversa. Si perde Pucciarelli e Jesus ferma Inglese come può, facendosi cacciare. Prende il palo di testa. Un pomeriggio complicato.

Jesus 5.5: gioca una discreta partita finché non allarga il braccio su Inglese. Rigore severissimo anche perché l’attaccante del Chievo non è che faccia proprio di tutto per rimanere in piedi.

Kolarov 6.5: manda in gol El Shaarawy ma il Faraone è in millimetrico fuorigioco. Poco male, ci riprova con Dzeko che non sbaglia. Assist man.

Pellegrini 6.5: qualche buona giocata, come in occasione del pallone dato a El Shaarawy che coglie il palo. Anche l’impressione, però, che possa fare ancora di più. Dal 34’st Gonalons sv.

De Rossi 6.5: giornata di ordinaria amministrazione per il centrocampista di Ostia.

Nainggolan 7: ha il merito di dare il via alle danze, recuperando la palla per poi scodellarla per il gol di Schick. Aggressivo e determinato, corre fino al novantesimo senza fermarsi.

Schick 7: sì, gli episodi contano e possono determinare il corso della storia. O delle partite. Dopo il gol trovato contro la SPAL, Schick è un giocatore nuovo, con più fiducia. Il gol segnato l’avrebbe probabilmente sbagliato due settimane fa. Dal 15’st Manolas 6: gioca cinque minuti di partita vera, fino al terzo gol della Roma. Dopodiché è solo accademia.

Dzeko 7.5: sbadigliando e senza scomporsi segna una doppietta. Così, per non perdere l’abitudine. Dal 38’st Gerson sv.

El Shaarawy 7: inseguiva da tempo il gol. Prima lo fa di tacco ma in fuorigioco di un dito. Ci riprova poco dopo e prende il palo. Sembra maledetto. A metà ripresa fa tutto lui, corre verso l’area, dribbla il suo marcatore ed esplode in rete la sua voglia di vivere.

Di Francesco 7: il rischio di subire il contraccolpo di Anfield c’era così come quello di pensare al ritorno di Champions. Fa turnover e viene ripagato da una prestazione praticamente perfetta.

IL TABELLINO
ROMA-CHIEVO 4-1 (8′ Schick, 40′, 67′ Dzeko, 65′ El Shaarawy, 88′ Inglese)

ROMA (4-3-3): Alisson; Bruno Peres, Jesus, Fazio, Kolarov; Nainggolan, De Rossi, Lo. Pellegrini (79′ Gonalons); Schick (60′ Manolas), Dzeko (84′ Gerson), El Shaarawy. A disp.: Skorupski, Lobont, Lu. Pellegrini., Florenzi, Silva, Capradossi, Ünder.
All. Eusebio Di Francesco

CHIEVO (4-4-2): Sorrentino; Depaoli (27′ Jaroszynski), Tomovic, Bani (46′ Gamberini), Cacciatore; Castro (79′ Birsa), Rigoni N., Radovanovic, Hetemaj; Pucciarelli, Inglese.
A disp.: Seculin, Dainelli, Cesar, Gobbi, Giaccherini, Bastien, Pellissier, Stepinski.
All. Rolando Maran

Arbitro: Gianpaolo Calvarese della sezione di Teramo
Assistenti: Fiorito – Zappatore
Quarto Ufficiale: Baroni
VAR: Manganiello
AVAR: Di Liberatore

Note: 38694 paganti (191.515 euro incasso)

Ammoniti: Kolarov (ROM), Hetemaj (CHI), Birsa (CHI), Nainggolan (ROM)
Esplulsi: Jesus (ROM)

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO