PROG – “Rosa Rosae”, il fulgido ritorno di Donella Del Monaco e Opus Avantra

Il nuovo album esce per la M.P. & RECORDS (distribuz. G.T. Music Distribution di Antonino Destra): prodotto da Renato Marengo, mescola con coraggio e poetica audacia avanguardia e tradizione, vocalità liriche e atmosfere pop. E parla di amore sacro e profano

0
228
Opusavantra-interno-al-pianoforte

Scritto con Paolo Troncon, a cui sono anche affidate le parti al pianoforte e nella cui musica Donella Del Monaco si tuffa con le sue originalissime rielaborazioni, ROSA ROSAE si immerge sapientemente anche nelle magiche sonorità del latino che alterna, col suo particolarissimo modo di cantare tra lirico e pop, a un italiano estremamente poetico e raffinato.

Donella Del Monaco e Paolo Troncon
Donella Del Monaco e Paolo Troncon

Al suo fianco, oltre a Troncon: Mauro Martello flauti, sax e duduk (sua è la musica di Vento del Nord contenuta nell’album), la violoncellista Laura Balbinot, Andrea De Nardi alle tastiere e Giorgio Cedolin alla batteria.

ROSA ROSAE è caratterizzato anche da interventi d’eccezione: Donella, fondatrice con Giorgio Bisotto e con la collaborazione di Renato Marengo e la direzione artistica di Alfredo Tisocco di quello che viene considerato il gruppo antesignano del nostro Prog, ha voluto in questa sua nuova opera alcuni tra i più prestigiosi protagonisti del nostro rock: come Tony Esposito, in un grande ritorno dopo la sua partecipazione al primo LP di OpusAvantra (INTROSPEZIONE, 1972). E ancora, Jenny Sorrenti – altra primadonna del Prog impegnata in duetti di effetto con Donella Del Monaco – e l’inconfondibile suono della chitarra rock di Alberto Radius, perfettamente a suo agio con i suoi assolo unici tra suoni classici e l’elettronica. Per finire alla più interessante e solida voce maschile del nostro Prog, Lino Vairetti che, in Sceleratus, anche lui in latino, si cimenta in un emozionante canto con suggestivi richiami tra esorcismo e misticismo.

Hanno collaborato altri importanti musicisti quali : Anna Campagnaro (violocello), Mirko Satto (fisarmonica), Davide Vendramin (fisarmonica), Tommaso Troncon (sax tenore), Gabriele Bruzzolo (percussioni). Produttore artistico di questo lavoro Renato Marengo con cui gli Opus collaborano fin dalla loro fondazione.

La copertina di Rosa Rosae

ROSA ROSAE, TRACCIA DOPO TRACCIA

La rosa , le rose… simbolo d’amore ma anche rosario di devozione. Rosa Rosae è dedicato all’amore nelle sue declinazioni sacra e profana. Ma qui i due aspetti si confondono, anzi si capovolgono. Pi Greco e Cyrcles, ispirati da antichi e popolari canti devozionali alla Vergine, ci suggeriscono atmosfere dense di umana fisicità. Sceleratus, invece, evoca il Diabulus, il lato oscuro che c’è in ognuno di noi, dal quale chiediamo di essere liberati; mentre Aurea Lyra, che ci proviene direttamente dal codice della Cambridge Songs del X secolo, si libra in una vitale esaltazione di una notte di primavera. La purezza del sacro invece sembra affiorare nelle canzoni d’amore. In Nuvole Bianche vi è un amore fuori dai codici inusuali , un amore “che possesso non ha” e dove l’unica richiesta è “sii te stesso per me”. In Vento del Nord si percepisce il desiderio di un rinnovamento interiore e di lasciarsi trasportare da una libera leggerezza, mentre la chiusura del CD è affidata a Ineffabile realtà dove in un haiku circolare si rincorre una realtà inafferrabile ma unicamente reale: “e tu sei e sei stato già forse sola verità d’ineffabile realtà”.

Il produttore Renato Marengo ha detto : “1974, Opera tra Avanguardia e Tradizione (Opus Avantra), l’inconsueto equilibrio armoniosamente trovato tra generi sino ad allora giudicati incompatibili, continua oggi a spingere Donella Del Monaco ad avventurarsi tra raffronti sempre più contrastanti all’apparenza: facendola cimentare col nuovo Ensemble nell’esplorazione tra sacro e profano alla ricerca di un’unica armonia artistica superiore“.

Donella del Monaco
Donella Del Monaco (Photo credit Raffaella Vismara)

Donella Del Monaco

Cantante, autrice e progettista musicale, è laureata in architettura. Comincia a studiare canto giovanissima con il padre Marcello e in seguito anche con lo zio, il tenore Mario Del Monaco. Esordisce come ideatrice e cantante del gruppo progressive OpusAvantra. Poi, accanto al repertorio concertistico e lirico,elabora progetti musicali sia per teatro sia per danza. Ha fondato gli “Incontri veneziani”, convegni su tematiche filosofico-musicali per la Biennale Musica e l’Università Ca’ Foscari di Venezia. Direttrice artistica del festival “Finestre sul Novecento” di Treviso, dirige l’etichetta discografica Opus Avantra studium e recentemente ha creato il salotto culturale “Chez Donella” dove accoglie i più importanti protagonisti del mondo musicale, letterario e culturale.

Gli Opus Avantra
Gli Opus Avantra

Opus Avantra

Gruppo storico, antesignano del Prog italiano, Opus Avantra (AVANguardia e TRAdizione) ha lanciato il suo primo LP INTROSPEZIONE nel 1974. I fondatori sono, oltre a Donella, il pianista e compositore Alfredo Tisocco, il teorico del gruppo Giorgio Bisotto. Il primo album, il cui produttore è stato Renato Marengo, esce per la Trident Records (di Maurizio Salvadori e Angelo Carrara). INTROSPEZIONE in seguito ha avuto moltissime ristampe, in Italia ma anche in Giappone. Seguirono gli album LORD CROMWELL (1975), STRATA (1989), LYRICS (1995) e VENETIA ET ANIMA (2003). Gruppo che per sua definizione riunisce sperimentazioni musicali con momenti melodici di impianto classico (quartetto d’archi) e canzoni di elegante fattura, Opus Avantra ha lanciato l’idea stessa di contaminazioni tra diversi linguaggi musicali (classica, rock, pop, jazz, opera) sempre in equilibrio fra rock e orchestrazione classica. I testi di tutti i lavori sono di Donella Del Monaco, la vocalist del gruppo che utilizza la voce lirica in modo singolare accostandola anche a una vocalità appartenente alla cultura popolare. Le musiche sono di Alfredo Tisocco, pianista e tastierista a 360 gradi, sia classico che rock; mentre VENETIA ET ANIMA è stata ideata da Donella Del Monaco insieme al compositore Paolo Troncon su temi veneziani, ispirandosi allo stile Opus Avantra.

Opus Avantra e Donella Del Monaco
Opus Avantra e Donella Del Monaco

ROSA ROSAE
OPUS AVANTRA ENSEMBLE DONELLA DEL MONACO
ETICHETTA M.P. & RECORDS

Musiche di Paolo Troncon
Testi di Donella Del Monaco
Produzione Artistica di Renato Marengo

Ospiti speciali

Lino Vairetti (Osanna) in Sceleratus
Jenny Sorrenti (Saint Just) in Vento del Nord
Alberto Radius in Cyrcles
Tony Esposito in Mandala

Opus Avantra Ensemble

Donella Del Monaco: voce
Mauro Martello: flauti, sax soprano e duduk
Laura Balbinot: violoncello
Andrea De Nardi: tastiere
Paolo Troncon: pianoforte
Giorgio Cedolin: batteria

Tracklist

  1. Nuvole Bianche (Del Monaco/ Troncon) – Paolo Troncon: pianoforte, Mirko Satto: fisarmonica
  2. Pi Greco (Del Monaco/Troncon Opus Avantra Ensamble)
  3. Mandala (Del Monaco /Troncon) – Tony Esposito: percussioni, Paolo Troncon: pianoforte, Andrea Martin: sax tenore, Andrea Bruzzolo: percussioni
  4. Sceleratus (Del Monaco/Troncon) – Opus Avantra Ensamble e Lino Vairetti voce
  5. Rosa Rosae (Troncon) – Opus Avantra Ensamble e Paolo Troncon: pianoforte, Davide Vendramin: fisarmonica, Anna Campagnaro: violoncello
  6. Vento del nord ( Del Monaco/Martello) – Opus Avantra Ensamble and Jenny Sorrenti: voce
  7. Cyrcles (Del Monaco/Troncon) – Opus Avantra Ensamble e Alberto Radius: chitarra elettrica, Tommaso Troncon: sax tenore
  8. Aurea Lyra (Del Monaco Troncon) – Opus Avantra Ensamble e Dimitri Romano: pianoforte, Damiano Visentin: fisarmonica, Anna Campagnaro: violoncello, Antonio Segafreddo: percussioni
  9. Ineffabile realtà (Del Monaco Troncon) – Paolo Troncon: pianoforte e tastiere

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO