Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


venerdì 23 agosto 2019

  • MP News
  • Hip-Hop/R'n'B/Soul

Santo Trafficante, dalla Germania al Torrino

18.12.2007 - Lorenzo Urbinati



La scena hip-hop romana si fa sempre più “internazionale”, e questa volta è il turno della Germania. Nato a Stoccarda nel 1981 da madre tedesca e padre italiano, Fabian Santo Caruso si avvicina alla doppia H nel 1992 a Monaco di Baviera con il sound West Coast di Snoop e Cypress Hill in testa.
Il free-style sviluppato in Germania lascia il posto ad un flow molto più consapevole nella lingua italiana. Il rap di Santo è semplice e lineare, ma non per questo privo di stile.
La passione cresce e dopo la prima rima a Roma nel 1995 prende il via, iniziando dopo pochi anni a produrre basi. Iniziano le collaborazioni con Amir e Metal Carter, in seguito al suo primo lavoro “Progetto Gorilla” con Toni Sky.
Nel 2006 entra a far parte della Prestigio Records, e ad Aprile esce il mixtape “Prestigio Click Bang Vol.1”, insieme ad Amir.
I due si sono conosciuti al Phat Roma, dove lui gli lasciò un suo demo, si scambiarono poi definitivamente i contatti dopo una jam di free-style.
Primo, Grandi Numeri e Ibbanez, Tormento, Inoki e Bassi Maestro i featuring di assoluto livello dello street-album.
Lo stesso Santo nelle interviste si compiace del rispetto che hanno molti altri artisti nei suoi confronti, dandogli la possibilità di collaborare con moltissime realtà.
MySpace diventa fondamentale e come per molti altri artisti anche per Santo fornisce i mezzi per instaurare contatti con tutto il mondo ed avere grande visibilità.
E’ il legame con Amir e la Prestigio Records a fargli spiccare il volo, sono opera sua le raffinate produzioni delle tracce più sentimentali e romantiche di “Uomo di Prestigio”. “All For You”, con un bel cantato in inglese di Andres, si sposa alla perfezione con le liriche appassionate di Amir, ma Santo si supera in “Non trovo le parole”, un cantato da brividi e una produzione che ricorda quelle di Just Blaze per raffinatezza ed impatto.
L’attesa ora è per il disco ufficiale, “Ghiaccio” previsto per l’inizio del 2008, e che probabilmente verrà registrato in Germania. Oltre a tracce auto-prodotte, impreziosiranno il disco i beat di Bassi Maestro e Jack the Smoker, ma non è detto che non ci siano altre sorprese.


 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.