Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


lunedì 10 agosto 2020

  • MP News
  • Planet

Roma Tre vola a Mosca

22.03.2008 - Angela Di Matteo



Foto di http://www.flickr.com/photos/pacocanker/

In Russia per tre mesi, agli estremi confini orientali dell’Europa. Neve, cupole e visi indifferenti. Ma ogni viaggio è una scoperta e ogni scoperta è una opportunità.
Grazie ad un accordo bilaterale tra l’Università di Roma tre e l’Università statale di Mosca (Mgu) ogni anno tre studenti romani che studiano Lingua russa possono accedere ad un soggiorno-studio a Mosca mentre tre studenti russi di Lingua o Filologia italiana sono ospitati dall’Università di Roma Tre.
Questa è anche la storia di Daniele, studente di Lingue e Culture Straniere. Affascinato dalla cultura russa e dalla sua letteratura si è lanciato in questo viaggio che gli ha riservato tante sorprese. Ma come si può accedere a questa bellissima opportunità?
In realtà non c’è nessun bando a cui iscriversi, ad occuparsene è la professoressa Claudia Lasorsa, docente di Lingua e Letteratura russa e promotrice da ben undici anni di questo scambio. Attraverso una prova scritta e una orale, la docente di lingua stila una graduatoria: i primi tre vincono la borsa di studio. Gli altri studenti idonei che desiderino partecipare, possono farlo a proprie spese. Una volta arrivati a Mosca Daniele e gli altri ragazzi hanno alloggiato nel campus universitario (struttura ancora sconosciuta in Italia) e partecipato a diverse attività didattiche finalizzate all’apprendimento della lingua. C’erano studenti da diverse parti del mondo: Germania, Cina, Svezia, Spagna, Francia e Italia. Le classi diventavano, così, multiculturali e nasceva un doppio confronto: con la Russia, la terra che li ospitava, e con tutti gli altri studenti stranieri, pronti a mettere in gioco un pezzetto di sé e della propria cultura. La variegata offerta didattica proponeva corsi di grammatica e conversazione, la visione di film e studio diretto sui testi. Inoltre i seminari pomeridiani consentivano l’approfondimento della storia russa del novecento, della letteratura contemporanea e di aspetti specifici del giornalismo russo.
È sicuramente una esperienza da non lasciarsi scappare, considerando che l’università copre i costi di viaggio, dell’alloggio e del corso di lingua.
“Certo tre mesi sono pochi per un netto miglioramento delle capacità linguistiche, ma sono sufficienti a cambiare il rapporto degli studenti nei confronti dell’idioma straniero”, dice Daniele, soprattutto se lo studio delle lingue è alquanto carente nelle Facoltà di Lingue e Culture Straniere o Lingue e Comunicazione di Roma Tre. Vivere completamente immersi in una civiltà diversa e distante dalla propria non è solo un’occasione per avanzare sul profilo linguistico, ma per arricchire la propria anima e ampliare la propria esperienza di vita. Daniele parla di Mosca come una città contraddittoria, caotica e ricca di storia. Una metropoli multietnica, che ospita razze diverse, dai tanti asiatici ai siberiani. Capitale immensa di una cultura affascinante ma ancora troppo nascosta, difficile da comprendere e con la quale è difficile entrare in contatto.
Attraverso la lingua, però, si può creare un filo che unisce paese, storia e cultura, imparando proprio da chi ci sembra distante o diverso. Da chi, appunto, non ci somiglia.




BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.