Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


sabato 19 settembre 2020

  • MP News
  • Musica

Live Report: Dinosaur Jr @ Circolo degli Artisti

Autentici maestri dell’indie-rock, offrono un live breve ma intenso.

16.06.2008 - Gabriella Scafuri



RECENSIONE - La via del basso di Franco Di Donato

Bassista tra i più virtuosi e apprezzati nel panorama italiano ed europeo, pubblica ora un doppio singolo e un...
Leggi l'articolo

SPETTACOLI - La Roma S...Canzonata di Sandro Scapicchio

Venerdì 15 maggio 2015 allo storico Teatro cabaret "Il Puff" di Trastevere lo spettacolo-recital del cantautore...
Leggi l'articolo

APPUNTAMENTI - Enrico Dindo e i Solisti di Pavia

Giovedì 23 aprile, alle 21, presso il Collegio Borromeo di Pavia, una serata all'insegna di Schubert
Leggi l'articolo

Foto di Gabriella Scafuri
Foto di Gabriella Scafuri
Estremamente noise.
Ecco come si presentano i Dinosaur Jr al pubblico capitolino.
Autentici maestri dell’indie-rock, offrono un live breve ma intenso.
Il tutto avviene nella cornice del Circolo degli Artisti, luogo delizioso ma poco idoneo ad ospitare concerti con un così notevole afflusso di gente.
L’intro è chiaro sin dalla prima nota e il pubblico si accende sull’energia positiva di “Feel the Pain”, il loro pezzo simbolo.
Subito dopo partono “Out There” così tormentata, e “Back to Your Heart” più serena; scorrono rapide in vista di “Just Like Heaven” con cui si ha un vero e proprio exploit da parte degli animi più infervorati, specie sul lancinante assolo di chitarra iniziale.
Al fragore della platea fa da contrasto il distacco quasi trasognante della band, che si mostra alquanto algida, in particolar modo il canuto J Mascis, leader indiscusso del trio, artefice di assoli deliranti (in cui ben si riflette la matrice heavy che da sempre lo contraddistingue, e decretato, a ragione, guitar-hero di varie generazioni di chitarristi underground) e, quando un accanito fan, sporgendosi dalle transenne, gli tende la mano in segno d’ammirazione, a stento si concede per pochi istanti.
Personaggio atipico, Sir Mascis, che sul gruppo ha sempre esercitato un potere quasi dittatoriale, e che, a lungo andare, ha dato vita a scontri con il bassista, Lou Barlow; ed è a colpi di assoli graffianti che i due sembrano riaccendere l’antica rivalità, sino ad erigere quel muro sonoro così familiare e massiccio.
E tra volumi assurdamente alti, si fa spazio l’elemento brioso dei Dinosauri, alias Murph, che, trasudando calore, esibisce un fisico lievemente appesantito che nulla toglie alla carica della sua batteria martellante.
Il tempo vola ed in un tripudio di suoni laceranti, ecco a raffica “Chunks”, “Little Fury Thing”, l’iper- caotica “Pick Me Up”, “Crumble”, in cui i riff di Mascis si inerpicano su un motivo andante- allegretto; “Yeah We Know”, “Repulsion”, “Gargoyle”, “Bulbs of Passion”, “No Bones”, “The Wagon”: un cocktail di brani ripresi dagli album incisi con questa formazione fino all’88 e poi tornata in auge, ed altri attinti dal repertorio solista di Mascis, più un paio di brani del nuovo cd.
Desta stupore il fatto che abbiano tralasciato pezzi storici come “Forget the Swan”,“Get Me”, “In a Jar” e “Sludgefeast” .
Tuttavia, i Dinosaur Jr, consci dell’influenza di quei suoni così distorti, trascinanti, e delle melodie accattivanti non si risparmiano, per la gioia dei nostalgici e dei fedeli di quel determinato rock fine anni 80.
Perciò tra il pogo generale e il delirio più totale si giunge al termine della jam session, con il pezzo cult “Freak Scene” richiesto a gran voce dai presenti; è sul finire che il gruppo riesce a dare il meglio di sé, producendo rumori così dilanianti, a tratti sconvolgenti.
Meritato bagno (più di sudore che di folla) si godono, forse soltanto adesso, l'onore maturato col tempo.
Perché negli anni della scena grunge l’attenzione era rivolta maggiormente a gruppi quali Nirvana e Sonic Youth; ed è anche grazie a quest’ultimi che i Dinosaur Jr vengono rivalutati, in quanto citati come propri modelli ed ispiratori.

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.