Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


giovedì 24 settembre 2020

  • MP News
  • Musica

Linkin Park - Minutes to Midnight

12.06.2007 - Raffaele Saggio



RECENSIONE - La via del basso di Franco Di Donato

Bassista tra i più virtuosi e apprezzati nel panorama italiano ed europeo, pubblica ora un doppio singolo e un...
Leggi l'articolo

SPETTACOLI - La Roma S...Canzonata di Sandro Scapicchio

Venerdì 15 maggio 2015 allo storico Teatro cabaret "Il Puff" di Trastevere lo spettacolo-recital del cantautore...
Leggi l'articolo

APPUNTAMENTI - Enrico Dindo e i Solisti di Pavia

Giovedì 23 aprile, alle 21, presso il Collegio Borromeo di Pavia, una serata all'insegna di Schubert
Leggi l'articolo

Titolo: Minutes to Midnight
Artista: Linkin Park
Etichetta: Warner Brothers
Anno d'uscita: 2007
Genere: Rock/Pop
Voto: 5.5/10

Lista della Spesa. Voce: Prodotti Preconfezionati, ordinare e valutare. Difficile, eccome se difficile. Prendete questi qua, i Linkin Park. Nel mirabolante mondo delle band confezionate sottovuoto almeno questi ci proverebbero pure a fare qualcosa che assomigli a della Musica.

Al momento siamo arrivati al terzo capitolo per questa band, e, come giustamente si dice in questi casi, ecco la prova della verita’. Abbandonate totalmente l’idea che voleva i Linkin Park rinnovatori di una qualsiasi corrente Nu-Metal contemporanea.

Abbandonatela, perche’ i Linkin Park stessi con questo disco confermano di essere tutto tranne che dei compagni di merende grassotti e poco ispirati cantanti (leggi Jonathan Davis).
Questo e’ un disco che non ci permetteremo mai di definire Rock, ma che almeno prova, e sottolineiamo prova, a mostrare qualche tipo di evoluzione musicale sottolineata da un pulito e preciso lavoro alla batteria nonche’ da una buona performance vocale di Bennigton, onnipresente nel disco rilegando a Shinoda dei piccoli camei rappeggianti.

Un Male? Niente affatto, dato che da sempre il buon vecchio Mike ha dimostrato buone capacità in studio in fase di mixaggio e cure di natura elettronica.
Il problema e’ che questa linea evolutiva non appare mai totalmente nitida finendo nella maggior parte dei casi per essere risucchiata dal calderone poppeggiante che aleggia minaccioso per tutta la durata del disco che fa giustamente riflettere sul fatto che oramai tutto ciò che anche lontanamente si spaccia per Rock deve avere per forza una componente Emo ben in vista.

Minutes to Midnight, con questo titolo osceno e la sua copertina da Hall of fame dell’orrore, e’ da settimane in cima alla classifiche mondiali su iTunes; noi diciamo che sicuramente non si tratta di un CD inascoltabile ma ci teniamo a sottolineare che la Musica, quella vera, e’ tutta un’altra cosa.

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.