Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


sabato 08 agosto 2020

  • MP News
  • Musica

C’è anche Venezia per le Olimpiadi

Il derby italiano per la candidatura olimpica

15.10.2009 - Marco Valerio Moretti



RECENSIONE - La via del basso di Franco Di Donato

Bassista tra i più virtuosi e apprezzati nel panorama italiano ed europeo, pubblica ora un doppio singolo e un...
Leggi l'articolo

SPETTACOLI - La Roma S...Canzonata di Sandro Scapicchio

Venerdì 15 maggio 2015 allo storico Teatro cabaret "Il Puff" di Trastevere lo spettacolo-recital del cantautore...
Leggi l'articolo

APPUNTAMENTI - Enrico Dindo e i Solisti di Pavia

Giovedì 23 aprile, alle 21, presso il Collegio Borromeo di Pavia, una serata all'insegna di Schubert
Leggi l'articolo

 

Dopo l'assegnazione dei Giochi Olimpici del 2016 a Rio de Janeiro, si è aperto il dibattito sulle candidature per il 2020. L'ultima idea arriva dal Giappone: Hiroshima e Nagasaki, due città che lavorino insieme per promuovere il disarmo e la pace nel mondo. Un'ipotesi che, a dire il vero, sarebbe fuori dal regolamento che prevede lo svolgimento delle Olimpiadi in una sola città. Chi invece sembra volersi attenere alle regole volendo sfidare una città candidata nello stesso Paese è Venezia.

Infatti, le potenzialità economiche connesse all'evento olimpico, oltre ad essere state intuite a Roma, sono perfettamente a conoscenza del sindaco di Venezia Massimo Cacciari, del Presidente della Regione Veneto Giancarlo Galan e del Presidente di Confindustria Veneto Andrea Tomat. Ecco quindi che tra le potenziali rivali della Capitale riguardo la candidatura per il 2020, potrebbe figurare proprio la città lagunare: è già stato organizzato, a tal proposito, il gruppo di lavoro "Venezia 2020" presso gli uffici della Regione Veneto. I veneti prospettano i Giochi olimpici come un progetto strategico per lo sviluppo infrastrutturale dell'intera Regione, e come un'irripetibile opportunità di marketing territoriale e di promozione della loro "articolata ed insuperabile" offerta turistica. Le imprese si rendono conto che la sfida in questione potrebbe fungere da catalizzatore di una serie di processi virtuosi in campo economico e di ripresa stessa di fiducia da parte dei consumatori, al fine di superare la crisi proprio a partire da quei territori che rappresentano il motore economico e produttivo dell'Italia.

Venezia, però, non è la capitale d'Italia. L'unica città in grado di ospitare un evento di tale portata, per importanza, immagine internazionale e, più in concreto, disponibilità di impiantistica sportiva di vertice, sembra poter essere proprio Roma. Ciò è dimostrato, d'altra parte, dai successi conseguiti a livello funzionale e di pubblico dai Mondiali di nuoto e dalla finale di Champions League. Il sindaco Alemanno chiede perciò all'Italia intera di compattarsi attorno a questa scelta.

Il derby italiano va già disegnandosi e la decisione finale dovrebbe essere comunicata al CONI entro il 2010, perciò si prevedono a breve successivi sviluppi che non mancheremo di seguire ed approfondire. Dal momento della scelta, poi, ci saranno circa tre anni di tempo per preparare la candidatura in modo adeguato. Non bisogna dimenticare inoltre che c'è chi, come il Ministro Brunetta, sostiene una candidatura congiunta: "Facciamo le Olimpiadi sia a Roma sia  a Venezia. Le due città unite non avrebbero rivali, è l'Italia che si candida. So che non è tecnicamente possibile presentare entrambe le candidature, ma la questione è politica ed economica, e se c'è la volontà politica, una soluzione la si può trovare". In Giappone sembrano volerci provare, in Italia chissà.

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.