Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


mercoledì 30 settembre 2020

  • MP News
  • Musica

Antichi telai

09.06.2009 - Simone Di Tommaso



RECENSIONE - La via del basso di Franco Di Donato

Bassista tra i più virtuosi e apprezzati nel panorama italiano ed europeo, pubblica ora un doppio singolo e un...
Leggi l'articolo

SPETTACOLI - La Roma S...Canzonata di Sandro Scapicchio

Venerdì 15 maggio 2015 allo storico Teatro cabaret "Il Puff" di Trastevere lo spettacolo-recital del cantautore...
Leggi l'articolo

APPUNTAMENTI - Enrico Dindo e i Solisti di Pavia

Giovedì 23 aprile, alle 21, presso il Collegio Borromeo di Pavia, una serata all'insegna di Schubert
Leggi l'articolo

 

Fino al prossimo 26 luglio è possibile ammirare, con un biglietto di ingresso di soli due euro, una mostra unica ed eccezionale presso la sede della Fondazione Memmo a Palazzo Ruspoli, dal titolo “Antichi telai. Tessuti d’arte nel patrimonio del Fondo Edifici di Culto del Ministero dell’Interno”.

L’esposizione riguarda oltre 70 opere tessili, realizzate tra il 1500 e il 1800. Questo vero e proprio patrimonio, in gran parte sconosciuto al grande pubblico, è, da sempre, conservato nelle sacrestie e nei conventi, ed è costituito da preziosi paliotti, alcuni dei quali arricchiti da inserti dipinti su tela o da grani di corallo, sontuosi paramenti liturgici e vesti destinate alla statue processionali.

Le opere provengono dai territori che fino a 150 anni fa costituivano lo Stato Pontificio, il Granducato di Toscana e il Regno delle Due Sicilie e, in particolare, dalle chiese di San Domenico a Bologna, del Santissimo Nome di Gesù all’Argentina e di Santa Maria in Vallicella a Roma, di San Marco e Santa Maria Novella a Firenze, di San Domenico Maggiore e San Gregorio Armeno a Napoli e dalle chiese del Gesù e di San Giuseppe dei Teatini a Palermo.

Il percorso espositivo permette di apprezzare le diversità stilistiche e culturali delle manifatture locali, in grado di realizzare opere che possono essere chiamate, senza dubbio, capolavori.

Fra i paliotti esposti sono straordinari quelli di fattura palermitana del Seicento: rappresentano elementi architettonici, come esedre, altari, porticati e fontane, e sono ricamati con sete, coralli e granati, in cui il colore predominante è il rosso e l’oro.

Bellissimi sono anche i panni ricamati dai Maestri napoletani e i paramenti liturgici esposti nella sala centrale, in cui risaltano i preziosi colori di stoffe ricercate, come damaschi, lampassi e broccati intessuti d’oro e d’argento, decorati con fiori, tralci e fogliame.

L’allestimento della mostra intende proporre la scenografica ritualità delle cerimonie e delle processioni, con uno spirito di esaltazione dell’antica liturgia cattolica.

In mostra sono presenti alcune “Madonne vestite”, la cui tradizione è ancora viva non solo nei piccoli centri, ma anche nel cuore della stessa Roma, come dimostra l’esposizione degli abiti della Madonna del Carmine, comunemente nota come ‘Madonna de noantri’, proveniente dalla chiesa di Sant’Agata in Trastevere.

Il catalogo, edito da De Rosa Editore, è veramente ben fatto e contiene le immagine di tutte le opere esposte, insieme agli studi compiuti su di esse.

 

La mostra è sicuramente da non perdere. Ciò che più mi ha colpito è la preziosità di tessuti che hanno ormai più di trecento anni di storia e, soprattutto, il livello raggiunto dai ricamatori dell’epoca. La visita permette di entrare in un altro mondo, costituito dal connubio delle antiche tradizioni religiose e con l’arte del ricamo e del tessuto.

 

Dal 13 maggio al 26 luglio 2009

Fondazione Memmo, Palazzo Ruspoli, via del Corso 418 – Roma 

Aperta dal martedì al giovedì dalle 10 alle 19.30. Il sabato e la domenica fino alle 22.30. Lunedì chiuso

Biglietto: € 2

www.fondazionememmo.com

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.