Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


giovedì 06 agosto 2020

  • MP News
  • Musica

Live Report: Liars @ Init

15.05.2010 - Edoardo Iervolino



Live Report: Dead Meadow + Black Rainbows + Ossimoro @ Init

Permettere ai Dead Meadow di suonare dal vivo è come rendere pubblica un ipnotizzazione di massa. Guai a chi non...
Leggi l'articolo

Live Report: ISIS@Alpheus, Roma

L’impatto è fortissimo: Aaron Harris alla batteria trascina quello che sta sempre più diventando il...
Leggi l'articolo

Live Report: These New Puritans @ Circolo degli Artisti

E così, il concerto è stato privo di profondità artistica e sonora: all’assenza di alcun...
Leggi l'articolo

 

Uno dei tre concerti dell'anno, per uno dei 5 dischi migliori del 2010, di una tra le più fruttuose band degli ultimi tempi. Questo in sintesi lo spettacolo ieri all'Init di Roma, pieno come non mai. Protagonisti: i Liars. Questa band australiana, che vagabonda tra New York, Berlino e Los Angeles, ha eseguito un concerto senza sbavature, carismatico ed esplosivo. Mai un minuto fermi loro, mai un momento di stanca per il pubblico: una simbiosi che raramente abbiamo visto così efficace. L'ultimo album, "Sisterworld", on stage acquisisce una carica tutta nuova, grazie ad un robusto aumento dei volumi e del tiro dei vari strumenti. Grazie soprattutto al vagabondo e genialoide cantante ed istrione Angus Andrew, vera incarnazione del loro sound sconvolto e straniante, alcune tracce di "Sisterworld" hanno dato prova di poter diventare brani fondamentali nella loro carriera: oltre al capolavoro intitolato “Scarecrows on a Killer Slant”, abbiamo apprezzato in particolar modo la canzone di apertura (e primo singolo) "Scissor" e il rito pagano chiamato "Pround Evolution". Nuova vita e vestito buono anche per alcuni tra i loro classici del passato: meravigliose, probabilmente i momenti più alti di un concerto altamente sopra la media, sono state sia “Plaster Casts of Everything” estratta da "Liars", con un pubblico pronto a dar manforte alla band con i suoi cori, che “The Other Side of Mt. Heart Attack”, conclusione di "Drum's Not Dead". Il pubblico non si è fermato un attimo, sedotto dalle sinuose e paradossali movenze di Mr.Andrew, in ogni momento istantanea vivente del ritmo delle varie tracce eseguite. 

Nulla da dire, tranne: se non avete visto i Liars dal vivo, dovreste rimediare al più presto. Uno dei più bei concerti a cui si possa prendere parte in questi anni.

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.