Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


mercoledì 27 maggio 2020

  • MP News
  • Musica

Sanremo: Largo ai Giovani...?

05.02.2011 - Chiara Colasanti



SPECIALE SANREMO - I 25 motivi per NON guardarlo

Tutte le alternative per la sopravvivenza musicale.
Leggi l'articolo

Crack, First Lady ed eutanasia: è iniziato il Festival di Sanremo

Ancora non è iniziato il Festiva della Canzone Italiana (sicuri?) e già irrompono sulla scena...
Leggi l'articolo

Alexander Borodin, Dimitri Shostakovich, Ilyich Tchaikovsky @ Auditorium Parco della Musica (30/05/2011)

Carydis, con il suo gesto morbido ed efficace riesce a trasmettere all'orchestra e di riflesso ad arrivare al...
Leggi l'articolo

Recensione: Giubbonsky - Storie di Non Lavoro

E’ il suo primo lavoro, il numero Uno della sua speriamo lunga carriera. ed è gia il Numero Uno della mia...
Leggi l'articolo

Anno nuovo... nuova edizione di Sanremo!
Nuovi artisti sul palco (chi più, chi meno); nuovi brani inediti che stimoleranno la curiosità di fans, supporters e addetti ai lavori; i cari, vecchi gossip che cominciano a girare ancor prima della lista dei nomi ufficiali dei partecipanti; i nomi degli ospiti che fanno a gara a chi dura di meno nell'elenco dei “papabili” ma soprattutto (come sarebbe giusto che fosse!) i giovani in gara. Da sempre mi sono sempre appassionata alle meccaniche esistenti dietro alla scelta dei giovani in lizza per il titolo e, nonostante la disarmante banalità di alcune canzoni presentate in questi anni sul palco del Festival, c'è da dire che la gara riesce comunque ad appassionarmi, quando per un motivo, quando per un altro.

Quest'anno poi il motivo è molto semplice: la gara ad eliminazione precedente all'inizio del Festival mi ha vista partecipare semi attivamente, in quanto sono riuscita ad assistere all'esibizione dei nove giovani in gara per la trasmissione di Radio Uno, due giorni prima dell'annuncio ufficiale dell'elenco dei tre artisti che non sarebbero andati ad esibirsi a Sanremo e non avrebbero iniziato quella grande avventura che è il Festival. Vedere tutti i ragazzi lì, esibirsi emozionati su quel palco e poter percepire in prima persona tutto quello che stavano provando è stato davvero incredibile.
Nonostante la presenza di alcune canzoni che davvero sembrano essere state fatte apposta per il festival in quanto rispondono perfettamente ai parametri della classica “canzone da Sanremo” quest'anno la scelta era più ampia rispetto al solito e,  far arrivare fino alla “quasi fine” canzoni come “Occhi” del giovanissimo Neks, è stato decisamente spiazzante per coloro che non sono abituati alle novità, ma decisamente apprezzato da chi lo ha interpretato come un possibile inizio di cambiamento. Peccato che, tre delle canzoni più interessanti e meno “tipicamente sanremesi”, siano state eliminate dalla competizione, lasciando lo spazio a melodie già sentite e testi un po' triti. Ovviamente canzoni come quella di Serena Abrami (“Lontano da tutto”), di Marco Menichini (“Tra Tegole e Cielo”), di Anansi (“Il sole dentro”) e di Raphael Gualazzi (“Follia d'amore”) una volta ascoltate non lasciano più la testa e, nonostante partecipino a Sanremo potrebbero benissimo non essere associate alla kermesse canora in maniera inequivocabile.

Quello che veramente mi è dispiaciuto è stato vedere eliminare dalla corsa al titolo un gruppo come Le Strisce che mi ha davvero sorpresa positivamente quando meno me lo sarei aspettato. La loro “Vieni a vivere a Napoli” mi aveva colpita al primo ascolto, intrigata al secondo e, una volta arrivata al terzo ascolto ero completamente conquistata.  

Certo, aver partecipato anche solo a questa fase della competizione sia per loro che per Neks che per gli Infranti Muri (altro gruppo la cui presenza mi aveva decisamente sorpresa!) è comunque un bel trampolino di lancio, anche perché le radio hanno cominciato a mettere le loro canzoni in rotazione e le televisioni, i siti internet ed i giornali sono comunque molto interessati a loro e gli album in prossima uscita sono certa che riceveranno comunque la dovuta attenzione.

Chiaramente sapendo che in gara ci sono canzoni come quella dei BTwins (che ricordano in maniera davvero incredibile i fratelli Fainello dei tempi di “L'Amore”) o quella di Micaela che, per quanto siano bravi ed abbiano delle voci comunque molto interessanti, non riescono a discostarsi dall'identikit della perfetta canzone per Sanremo, sorgono alcuni dubbi sugli esiti della competizione, ma mai dire mai!
Non ci resta che aspettare di vedere come andrà a finire, sia per chi calcherà le scene sanremesi che per chi, per quest'anno, non sarà su quel palco... e non resta che continuare, imperterriti, a sostenere l'idea che bisogna assolutamente fare largo ai giovani... sempre e comunque!

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.