Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


martedì 26 maggio 2020

  • MP News
  • Musica

Recensione: Luminal - Io Non Credo

21.03.2011 - Angela Fiore



Recensione: Frankie & the Heartstrings - Hunger

Colpo d’occhio sulla copertina che ricorda il giovanissimo ceffo sottoproletario del film The Commitments e colpo...
Leggi l'articolo

Recensione: Violaspinto - Indivenire

E’ un profondo sospiro dalle intenzioni intimiste e “glaciali”. Il concentrato energico e teso che...
Leggi l'articolo

Recensione: Shally Johnson Broke my Heart - Brighter

Shelly Johnson Broke My Heart, nutrito inde-rock shoegazer declinato al 2011!
Leggi l'articolo

Recensione: Beady Eye - Different Gear Still Speeding

E la mancanza del buon Noel (purtroppo!?) qui proprio non si sente anche se tutto quel che devi fare ora è...
Leggi l'articolo

Titolo: Io Non Credo
Artista: Luminal
Etichetta: Black Fading/Action Directe
Anno di uscita: 2011
Genere: Indie rock, pop
Voto: 9

Forma e sostanza. Bellezza di intenti e di forme, di contenuti e di espressione. Un bel disco è, nell'esperienza di tutti, quello che dice cose nelle quali possiamo riconoscerci, che ci toccano nel profondo, che possiamo fare nostre come inni, e le dice in un modo che ci lascia a bocca aperta per tecnica, estetica, intensità espressiva. Con queste premesse, "Io Non Credo", seconda opera dei Luminal, è un disco splendido, indimenticabile e assolutamente indispensabile. È un viaggio che si può percorrere su più binari, ora immergendosi nelle profondità dei contenuti, ora cavalcando le onde dei suoni per trarre da ogni ascolto un piacere diverso. 

In copertina ci scruta un Garibaldi con gli occhi tristi, frammentato e dipinto su quattro giacche (una splendida opera realizzata appositamente per questo scopo dal pittore Marco Filippetti e fotografata da Luigi Orru) ed è proprio lui a pronunciare la frase che lega, come un filo rosso, i brani del disco: IO NON CREDO. A partire da questo simbolo si intraprende un discorso sull'unità e sulla frammentazione del nostro Paese, affrontato a partire dalla medesima unità frammentata che ogni individuo esperisce ogni giorno nel confronto/conflitto con se stesso, con il proprio mondo, con il proprio tempo e con gli altri.  Questi nove brani hanno il sapore dell'assoluto concentrato nel particolare. Ogni secondo della vita cosciente è un processo a se stessi, ogni secondo della storia è un processo a ognuno e alla Storia stessa. "È la massa che ha perso, è l'uomo che ha vinto" canta Alessandra in "Alle Gegen Alle" ed è questo che riscopriamo, brano dopo brano: una lotta continua, estrema e totale per affermare l'uomo come valore assoluto e supremo, più importante delle istituzioni che lo sovrastano, artefice ultimo di se stesso e della propria fortuna, votato al raggiungimento della consapevolezza e della realizzazione di sè attraverso una disciplina di vita che la condizione umana contemporanea impone quasi marziale. 

Sul piano compositivo e musicale questo secondo lavoro rappresenta una maturazione rispetto al già ottimo esordio. L'accuratissima produzione di Cristiano Santini (Ex Disciplinatha) dà pieno risalto alla ricchezza del suono, dominato dalla personalità delle due chitarre, che si incaricano della funzione più strettamente "narrativa" delle linee melodiche. Il risultato è un suono curato, elegantissimo anche nei momenti di maggiore impatto e nelle soluzioni più dure e spigolose. Il tutto è ulteriormente arricchito da due ospiti d'eccezione: Andrea Pesce (già collaboratore, fra gli altri, di Tiromancino,  Carmen Consoli, Roberto Angelini, Riccardo Sinigallia) alle tastiere in "Si Può Vivere" e nella monumentale "Tutti Gridano è Finita", che chiude la tracklist, e Nicola Manzan (alias Bologna Violenta, ex Baustelle e Teatro degli Orrori), al violino e alla viola nella title track e nella struggente "Niente di Speciale".

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.