Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


martedì 22 settembre 2020

  • MP News
  • Musica

Recensione: Fratelli Calafuria - Musica Rovinata

12.04.2011 - Sara Mazzucato



Recensione: Fratelli Calafuria - Altafedeltapaura

Musicalmente i Fratelli Calafuria si confermano una delle band più nonsense e piacevoli d’Italia: la loro...
Leggi l'articolo

Recensione: Riaffiorra- La Marsigliese

Non sempre si deve cercare l'innovazione nella musica. I Riaffiora ci danno tutti  gli elementi per poter dire...
Leggi l'articolo

Recensione: Uross - 29 Febbraio (Lo Squilibrista)

Rock cantautoriale se vi va bene. Se proprio le categorizzazioni sono necessarie. Altrimenti UROSS, voce non bella, ma...
Leggi l'articolo

Recensione: Beady Eye - Different Gear Still Speeding

E la mancanza del buon Noel (purtroppo!?) qui proprio non si sente anche se tutto quel che devi fare ora è...
Leggi l'articolo

Titolo: Musica Rovinata
Artista: Fratelli Calafuria
Etichetta: Self
Anno di uscita: 2011
Genere: Alternative, rock
Voto: 8

 

 

Nel 2008 ci avevano sedotti con quel disco potente dal quale sono usciti pezzi come “La  Nobile Arte” e “La Merendina”, di quelle canzoni che le si ascolta una volta e poi restano  in testa per settimane e settimane. Si erano fatti conoscere a suon di ironia e note  sgargianti, ci hanno indotti a seguirli nei loro ritmi sostenuti; quando, a distanza di qualche  anno, ritornano con un nuovo album, l’unica preoccupazione effettiva è che i Fratelli  Calafuria abbiano messo la testa a posto e abbiano cominciato a fare le persone serie. 

Per fortuna non è così! A tranquillizzarci ci pensa prima di tutto il titolo,"Musica Rovinata", che è già manifesto della  volontà dei nostri fratellini di offrire ancora una volta l’ascolto di una musica più alternativa dell’alternativa e che, ben lontana dall’essere docile e rilassante, fa il verso a tutto e a tutti,  persino a chi la ascolta. Mica male avere l’ironia come cavallo di battaglia. 

Musica Rovinata è un pasticcio riuscito benissimo, un miscuglio di colori contrastanti, un  bellissimo pugno in un occhio che stordisce facendosi ascoltare e riascoltare. Diventa  difficile persino definirne un genere, perché siamo spettatori di una girandola in continuo movimento: un po’ rock, un po’ funk, un po’ punk, qualche assaggio di elettronica …  nemmeno il jazz manca all’appello (e in realtà non si esaurisce qui). 

Ed è così che “Fare Casino” fa venire la voglia di avere dei mestoli da picchiare su  delle pentole, “Disco Tropical” di giocare con la voce e divertirsi con le onomatopee,  mentre “Pulsantoni” ci fa salire su un’astronave che va dritta nello spazio, c’è pure l’eco!  Se poi mettiamo a collaborare l’eclettismo dei Calafuria con le capacità sonore di Giulio  Ragno Favero, Moreno Ussi e Dargen D’Amico, la reazione chimica diventa ancora più  immediata ed esplosiva: suoni come schegge del vetro di uno specchio volutamente rotto.  La prova del nove sarà la mamma: se, ascoltando Musica Rovinata, dirà che si tratta di rumore e non di musica, beh … poteva esserci complimento migliore?

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.