Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


lunedì 16 dicembre 2019

  • MP News
  • Musica

RECENSIONE: The Cranberries "Roses"

19.04.2012 - Giorgio Avitabile



Recensione: Cranberries @ Roma In Rock

  C’è tutta la cifra originale di un gruppo che ha saputo fermarsi nel momento in cui stava sentendo...
Leggi l'articolo

RECENSIONE - La via del basso di Franco Di Donato

Bassista tra i più virtuosi e apprezzati nel panorama italiano ed europeo, pubblica ora un doppio singolo e un...
Leggi l'articolo

SPETTACOLI - La Roma S...Canzonata di Sandro Scapicchio

Venerdì 15 maggio 2015 allo storico Teatro cabaret "Il Puff" di Trastevere lo spettacolo-recital del cantautore...
Leggi l'articolo

 

Accordandosi con la stagione, i Cranberries concepiscono “Roses”, un nuovo album uscito proprio questa

primavera. Come probabilmente solo la terra irlandese può regalare, il suono cristallino della voce di

Dolores O’ Riordan continua a sussurrare melanconicamente, in punta di piedi. Semplici melodie sono

ben arricchite dalla chitarra acustica di Noel Hogan che sorregge anche il tempo, creando una base per gli

slanci vocali di Dolores. La band riunita ,dopo un periodo in cui i componenti hanno preso il largo dalla loro

giovane isola felice per crescere e sperimentare nuovi progetti musicali ha dato i suoi frutti. Non nuovi,

ma li ha dati. Qualche anno di vagabondaggio ha confermato che le loro energie, unite, si moltiplicano a

vicenda. La band non ha però ancora girato la boa dell’innovazione e della sperimentazione (come altre band d’oltre manica hanno invece affrontato in questo periodo) ricalcando i passi dei vecchi successi, seppur rivitalizzandoli notevolmente. Le radici celtiche nelle melodie sono ormai fievolmente percepibili solo dall’orecchio di un seguace storico, mentre l’influenza dell’aria irlandese è ancora prerogativa della voce e del cumulo di suoni leggeri, anche quando in progetto di essere incalzanti o duri. Scogli sempre bagnati da spuma marina.

 

Perso ormai da anni il grintoso afflato contro la guerra, fatto di sdegno, rabbia e speranza, che aveva

sospinto la band a comporre un album degno di nota, “No Need To Argue”, nel 1994. Una vera esplosione d’amarezza,un album d’urgenza. Ora invece Dolores racconta di

amori e dolci passioni, cardiaci incontri che riempiono l’esistenza o la sconvolgono.

 

“Hai mai avuto un vuoto nel cuore? Hai mai pensato di cadere a pezzi?” Ci chiede la voce di Dolores

in “So Good” quasi speranzosa di condividere questa fragilità e debolmente aspetta compatimento e

completamento .O ripensamenti, confusione e strade non imboccate nel giusto senso di marcia. Conduct,il

brano d’apertura recita drammaticamente “ridammi la mia vita, dammi indietro il mio cuore” . Con una

riflessione in più, un momento di pausa parallelamente segnato sia dal tempo che dall’accompagnamento

più morbido è cantato lo stesso struggente sentimento d’amore in “Losing my mind”. Mentre in “Astral

Projection” è forte la sensazione di aver raggiunto un punto più profondo e interiore del dramma amoroso.

 

“Tomorrow”, edito anche come singolo, è quel brano frizzante e intenso che troviamo in ogni album della

band e che la trascina spesso in vetta alle classifiche grazie alla sua originalità.

 

“Fire &Soul” ,sempre con le stesse sonorità e ritmi,sprigiona la chiave di lettura principale del nuovo album.

Dualità. Esaminato l’odio e la morte provocati dalla guerra nei vecchi percorsi musicali i Cranberries si

rivolgono al suo antidoto, l’amore. Ed è sempre duale il rapporto tra anima e corpo, passato e futuro,

abbandono e controllo, in un percorso che si dipana nella monotona sensibilità melodica e ritmica,

rinverdita e profumata in occasione della primavera e dello sbocciare appunto, delle rose.

 

VOTO: 6

 

Tracklist:

 

 

Conduct

 

Tomorrow

 

Fire & Soul

 

Raining In My Heart

 

Losing My Mind

 

Schizophrenic Playboy

 

Waiting In Walthamstow

 

Show Me

 

Astral Projection

 

So Good

 

Roses

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.