Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


lunedì 16 dicembre 2019

  • MP News
  • Musica

Giuliano: tutta tua la città

11.12.2007 - Eva Songini



RECENSIONE - La via del basso di Franco Di Donato

Bassista tra i più virtuosi e apprezzati nel panorama italiano ed europeo, pubblica ora un doppio singolo e un...
Leggi l'articolo

SPETTACOLI - La Roma S...Canzonata di Sandro Scapicchio

Venerdì 15 maggio 2015 allo storico Teatro cabaret "Il Puff" di Trastevere lo spettacolo-recital del cantautore...
Leggi l'articolo

APPUNTAMENTI - Enrico Dindo e i Solisti di Pavia

Giovedì 23 aprile, alle 21, presso il Collegio Borromeo di Pavia, una serata all'insegna di Schubert
Leggi l'articolo

Foto da http://www.thebluebeaters.com/

Roma impazzisce al suon del rocksteady giamaicano e del Soul tutto particolare di quella “testa pelata” di Giuliano Palma e dei suoi battitori blu! E per soli 12 meritatissimi euro! Altro che i 40/50 chiesti da Ligabue o gli altrettanto spropositati 30/40 di Biagio Antonacci per le serate al Palalottomatica di Roma. Per una volta la musica ha avuto la meglio, ed è stata la vera, sola, unica protagonista della serata!
Qualcuno li chiama ancora semplicemente “cover band”, il che non sarebbe neanche sbagliato, dato che dall’illustre passato dello scenario musicale internazionale rubano e riarrangiano con successo famosi brani quali ad esempio “Messico e Nuvole” di Paolo Conte. Sinceramente mi sembra alquanto riduttivo. Ci provano e ci riprovano, e lo ha fatto anche Zucchero, con “Wonderful life”, ma come i BlueBeaters non ci riesce nessuno! E il concerto di venerdì 23 al Palalottomatica (che a mio parere si è dimostrato un’ottima location) ne è l’indiscutibile riprova! La Live band, che non suona classici dello ska ma che stupisce con brani come “Do you belive in Love” di Cher, ha condotto con maestria un pubblico di tutte le età particolarmente vivace e partecipe, ed è riuscita a far ballare tutti ma proprio tutti!
Aperto il concerto con “Tutta mia la città”, tormentone del momento ex successo degli Equipe 84, Giuliano e i BlueBeaters hanno dimostrato un impeccabile talento e una genuina volontà di servire ai presenti una spettacolo da ricordare.
L’ultimo album, “Boogaloo”, che presenta tra l’altro la chicca di una fantastica canzone d’autore firmata Giuliano (“The Marvin Boogaloo”) è espressione del successo meritato del gruppo. E gia dal titolo esprime la volontà di non dimenticare (lo speriamo tutti!) le proprie origini “popolari”. Per chi non lo sapesse “Boogaloo” è quel genere di musica latina, fusione tra r&b americano, soul e mambo, che alla fine degli anni ’60 si impose negli Stati Uniti per il suo carattere allegro e movimentato.
L’invito è rivolto a tutti, lasciatevi coinvolgere dalle note di questo cd! Mentre per Giuliano, da fedelissima alla prima fila di ogni concerto, l’invito è quello di non perdere mai lo stile che lo contraddistingue e che ha catturato il cuore di Roma in un attimo. L’invito è quello di non farsi coinvolgere dai ritmi compromettenti dell’economia discografica, di non dimenticare che la musica può dare soddisfazioni anche se venduta a 12 euro. Continua a regalarci emozioni forti come quella di venerdì e noi, il tuo pubblico, non ti tradiremo mai!

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.