Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


venerdì 23 agosto 2019

  • MP News
  • Musica

Capodanno al Week End Club

Tra il 31 e il primo dell’anno maratona dei grandi artisti della techno minimale

31.12.2007 - Dario Pasquini



RECENSIONE - La via del basso di Franco Di Donato

Bassista tra i più virtuosi e apprezzati nel panorama italiano ed europeo, pubblica ora un doppio singolo e un...
Leggi l'articolo

SPETTACOLI - La Roma S...Canzonata di Sandro Scapicchio

Venerdì 15 maggio 2015 allo storico Teatro cabaret "Il Puff" di Trastevere lo spettacolo-recital del cantautore...
Leggi l'articolo

APPUNTAMENTI - Enrico Dindo e i Solisti di Pavia

Giovedì 23 aprile, alle 21, presso il Collegio Borromeo di Pavia, una serata all'insegna di Schubert
Leggi l'articolo

http://www.inpullman.it/immagini/foto_citta/berlino/berlino_alexanderplatz.jpg

Protagonisti:Richie Hawtin, Troy Pierce, Ricardo Villalobos, Ellen Allien e Magda. Scena: attenzione non si svolge a Roma, dove si consumava il carnaio della Fiera di Roma, ma a Berlino Alexanderplatz al dodicesimo e al quindicesimo piano del grattacielo Sharp. Non è stato facile l’ingresso al Weekend Club. Ci mettiamo a parlare in fila di come sia pieno di coatti italiani che pensavamo di aver lasciato alla Fiera: no, anche qui! La techno che ci piace ormai è sputtanata, dice Sergio, la sentono tutti. Eh sì cultura popolare versus circoli di eletti. Lo scoprì il vecchio sociologo Norbert Elias a inizio Novecento che l’aristocrazia aveva assunto comportamenti da Galateo per differenziarsi dalla borghesia da cui si sentiva minacciata. Ma in musica vale la stessa cosa: cosa c’è di più altezzoso che escludere dalla conversazione i “non iniziati” citandogli senza spiegazioni due tre artisti che sappiamo a loro sconosciuti? Dunque largo alla democrazia intellettuale, largo ai coatti (che magari smanettano col mixer da molti anni prima di me).
Dopo una breve trattativa riusciamo ad avere la riduzione (da 40 a 20 euro, prezzi che per Berlino sono qualcosa di inaudito): inghiottiti dalla musica passa la notte con una maratona sostenuta dai maggiori artisti della Bpitschcontrol, Ellen Allien e Sascha Funke. Lo stile della musica di Ellen, che definirei talvolta spersonalizzante per la cupezza e le disarmonie robotiche, non è proprio fra i miei preferiti anche se ascoltarla alla consolle è sempre una sorpresa. E’ lei a farci passare “la nuttata” in vista dell’arrivo della brigata Minus (l’etichetta storica di Richie Hawtin) la mattina del primo giorno del 2008. Dettagli “di colore”: in un momento di pausa mi vedo sfilare lo sgabello da sotto i piedi proprio dalla Allien che vuole parlare con un amico, subito raggiunta dal suo giovanissimo compagno. Sulla terrazza del club all’ultimo piano ci sono divanoni e coperte e un dj che suona incurante della temperatura sottozero.
In tarda mattinata giungono (con jet privato?) i dj impegnati a Roma. Primo Villalobos che viene raggiunto dopo un bel po’ da Richie Hawtin: pubblico in visibilio. Inizia il consueto duetto, un disco a testa. Personalmente non impazzisco per questi tipi di set: il salto di qualità si vede alcune ore dopo quando Richie è l’unico padrone della consolle e sfodera alcuni pezzi mozzafiato. Solo questa performance valeva il prezzo del biglietto: il ritmo incalzante, le pause e gli improvvisi picchi di suoni trascinano, ti fanno viaggiare, mentre la qualità degli effetti (purtroppo perlopiù non eseguiti dal vivo) e delle tracce ti riportano a terra facendoti sorprendere con lucidità.
L’altro clou di questa due giorni berlinese è la presenza dell’ospite a sorpresa: Troy Pierce. Qui devo fare una precisazione: io sto parlando di dj abbastanza impropriamente, questi due artisti, Richie Hawtin e Troy Pierce, non sono solo dei compositori, sono dei veri geni, che hanno creato tracce splendide che non esito a definire capolavori. C’è un po’ uno scetticismo generale verso la musica techno, la minimale e i generi a esse contigui: l’immagine che evocano è il “Unz-unz” delle discoteche, vale a dire musica sciatta, ipnotica e ripetitiva. Io invito chi ha pregiudizi di questo tipo ad ascoltare (purtroppo via web in maniera incompleta, senza le parti finali in cui la traccia è più evoluta) la ricchezza e la complessità di tracce commoventi come “Cover my face” (dall’album “Enemy Love” pubblicato nel 2005 da Troy Pierce sotto lo pseudonimo di Louderbach con l’etichetta Underline o l’ultimo pezzo jazzato “(D)ecalying Beauty” del cd “DE9 Transitions” di Richie Hawtin pubblicato nel 2006 da Novamute. Non pretendo certo di convincere: ci sono gusti che sono obbiettivamente molto lontani da questo genere, però ascoltando questi pezzi non si può negare che si tratti di ottima musica, che merita rispetto e magari maggiore attenzione. Altre tracce che consiglio di ascoltare per farsi un’idea, però riflettono i miei gusti, sono “Orchidee” di Loco Dice, davvero struggente e “Ruidos y Frequencias 1” di Damian Schwartz (impossibile creare un link, dovete cercarla su www.beatport.com, su cui potete trovare quasi intera “Cover my face”, ne vale la pena), entrambe del 2006.
Chiusa questa parentesi, Troy Pierce ha fatto un’ottima esibizione, tra l’altro grazie alle sue tracce è partito in soccorso di Magda a cui è andato in tilt il computer: proprio quest’episodio è abbastanza istruttivo. Avere tutte le tracce su un computer non è molto meno rischioso per un dj rispetto alla classica borsa che poteva essere smarrita in aeroporto. Questa disavventura (Magda si è addirittura messa a piangere avvilita) non mi ha però distolto dall’idea di comprarmi Traktor Scratch, il programma che trasferisce (temporaneamente) le tracce dal computer su vinile o su cd “vergine”: oltre ad essere molto più facile mixare (il che non è necessariamente un vantaggio dato che toglie un po’ di divertimento), è più conveniente perché acquistare le tracce via web da scaricare sul computer è molto più economico rispetto ai vinili.

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.