Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


sabato 08 agosto 2020

  • MP News
  • Attualità

Il mio sguardo sul Microcredito

Lavori, Esperienze e Riflessioni.

05.02.2010 - Pierluigi Conzo



La Guerra di Mario

Mario ha 48 anni e si assegna un 10 sia come soddisfazione di vita in generale sia come lavoratore. Vive in una baracca...
Leggi l'articolo

Quando si lascia l’asfalto…

  Quando si abbandona la strada asfaltata per raggiungere l’interno di un quartiere si compie un salto in...
Leggi l'articolo

Il ruolo delle Banche di Investimento nella Microfinanza

  Sono coinvolte attualmente nell'ambito della microfinanza alcune tra le più grandi banche d'investimento...
Leggi l'articolo

Il Microcredito nella Regione Lazio

  Il microcredito è portato alla ribalta in Occidente dalla decisione dell'Assemblea Generale dell'ONU di...
Leggi l'articolo

Nell’estate 2009 sono stato in Argentina, nella periferia di Buenos Aires, per raccogliere informazioni e somministrare un questionario per un’analisi di impatto del microcredito sul benessere soggettivo ed oggettivo dei clienti. Io ed il prof. Becchetti, professore ordinario in Economia Politica presso la Facoltà di Economia di Tor Vergata, stiamo tutt’ora lavorando sui dati.

Un primo working paper è già disponibile al link http://www.econometica.it/wp/wp15.pdf. In questo lavoro analizziamo un canale finora inesplorato, attraverso cui il microcredito può stimolare le relazioni commerciali e aumentare la probabilità di rimborso del credito. In particolare, attraverso l’implementazione di un trust game, scopriamo – tra le altre cose – che se l’individuo B sa che all’individuo A è stato concesso un microcredito da un’associazione di microfinanza (Protagonizar, www.protagonizar.org), l’individuo B tende a concedergli più fiducia ed ad investire maggiormente in lui, rispetto ad un altro individuo che non riceve alcun credito solidale. A loro volta, gli individui che sono clienti di Protagonizar tendono a mostrare più fiducia sia nei confronti di altri clienti sia nei confronti di chi non lo è. Importanti conseguenze di questi meccanismi indiretti di fiducia azionati dalla microfinanza, la cui appartenenza funziona come “segnale” economico di fiducia, sono descritte in dettaglio nel working paper.

Un secondo working paper è disponbile nel sito dell’AICCON (http://www.aiccon.it/file/convdoc/wp69.pdf). In quest’altra analisi, sempre utilizzando i dati raccolti in Argentina, descriviamo l’impatto del microcredito sulla felicità: in particolare, ogni ciclo di credito successivo che i clienti riescono ad ottenere avendo prima rimborsato il precedente ha un effetto positivo sul loro livello di soddisfazione di vita (misurato in una scala da 1 a 10). Opportuni aggiustamenti sono stati effettuati per ridurre il selection bias (i “migliori” si selezionano nel programma) e il survivorship bias (i “migliori” sono quelli che restano ed intervistiamo) (1). ). 

Più a lunga scadenza (Giugno 2010) uscirà un ultimo lavoro sul microcredito, stavolta riguardante il suo impatto sulle scelte compiute dai genitori riguardo la scolarizzazione dei figli. In questo caso, studiamo se il microcredito ha aumentato o diminuito la probabilità per i bambini di andare a scuola negli ultimi 20 anni e il suo impatto sugli anni di scuola frequentati e le eventuali ripetizioni di anni scolastici. 

CONTINUA LA LETTURA: La Guerra di Mario

CONTINUA LA LETTURA: Quando si lascia l'asfalto

(1) Per “migliori” intendo coloro che dimostrano livelli più alti della variabile di performance che consideriamo nelle nostre analisi e di cui vogliamo analizzare le cause. Ad esempio, se vogliamo conoscere l’effetto del microcredito sul reddito degli individui  e compariamo la variabile di performance (reddito nel nostro caso) di un gruppo di clienti (treatment group) e di un gruppo di non clienti (control group), rischiamo di sovra-stimare l’impatto del microcredito se crediamo che siano stati gli individui più ricchi (o con un maggior spirito imprenditoriale e capacità di generare reddito) coloro che  hanno aderito al progetto di microcredito. Questo è il c.d. selection bias, derivante dal fatto che gli individui si auto-selezionano nei progetti in base a delle qualità/caratteristiche che possiamo o meno osservare direttamente. 

Foto: Corso di cuentas claras promosso dalla fondazione Protagonizar come training per i suoi gruppi di borrower


 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.