Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


giovedì 01 ottobre 2020

  • MP News
  • Attualità

Cucchi, si aggrava la posizione dei medici

30.04.2010 - Gabriele Santoro



INCONTRI METROPOLITANI #8

Storie, confidenze, personaggi in Città
Leggi l'articolo

VATICANO - Il Papa consegna la Bolla di indizione del Giubileo

La misericordia al centro dell'Anno Santo indetto da Papa Francesco
Leggi l'articolo

MODA - Speciale AltaRoma 2015

Dal 30 gennaio al 2 febbraio 2015 la nuova edizione di AltaRoma AltaModa
Leggi l'articolo

 

Dopo gli accertamenti effettuati dalla magistratura, si aggrava la posizione di alcuni dei medici dell'ospedale Sandro Pertini, indagati per la morte del giovane geometra romano Stefano Cucchi, arrestato lo scorso 15 ottobre per possesso di droga e deceduto una settimana dopo in seguito a disidratazione, denutrizione e con il corpo segnato da lesioni e fratture.

La Procura ha infatti chiesto il rinvio a giudizio per sei medici del Pertini oltre che per i tre agenti accusati del pestaggio avvenuto nel carcere. Ma per i tre potrebbe cadere l'accusa di omicidio preterintenzionale, sostituita da quella di lesioni gravi. Per i medici invece potrebbero aggiungersi, oltre all'accusa di omicidio colposo, quelle di omissioni e negligenze sotto il profilo della colpa professionale e abbandono di incapace. Il deposito degli atti dovrebbe avvenire nelle prossime ore.

Intanto torna a parlare della vicenda Ilaria Cucchi, sorella di Stefano, che dichiara come "senza pestaggio Stefano non sarebbe morto: questo nessuno può negarlo. Negare questa realtà sarebbe esattamente come sostenere che Stefano si sarebbe prodotto da solo o per caso quelle lesioni. Ribadiamo il nostro ringraziamento nei confronti dei pm per le indagini fin qui svolte. Riguardo alle indiscrezioni sui capi d'imputazione non ci esprimeremo fino a che non vedremo gli atti ufficiali. Sicuramente non è così, come qualcuno vorrebbe che fosse. Qualsiasi astrusa e fantasiosa tesi scientifica e legale non può mettere in discussione la realtà. Stefano era in perfette condizioni di salute, è stato brutalmente picchiato e per questo è finito in ospedale, dove ha smesso di vivere".

Mentre il legale di Cucchi, Fabio Anselmo, definisce "fandonie" le possibilità  che per i tre agenti vengano solo mosse accuse di lesioni aggravate: "e l´atto di fine indagine mi darà ragione. Sono sicuro che, con la verità e la giustizia, darà soddisfazione ai congiunti di Stefano".  

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.