Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


domenica 20 ottobre 2019

  • MP News
  • Attualità

Komen – Race for the cure 2010

“Avete fermato la pioggia, e fermerete anche il tumore al seno…”

17.05.2010 - Monica Cavallin



Una maratona con lo sguardo alle Olimpiadi del 2020

Domani mattina partirà la sedicesima edizione della Maratona di Roma. La manifestazione, che proietta la...
Leggi l'articolo

INCONTRI METROPOLITANI #8

Storie, confidenze, personaggi in Città
Leggi l'articolo

VATICANO - Il Papa consegna la Bolla di indizione del Giubileo

La misericordia al centro dell'Anno Santo indetto da Papa Francesco
Leggi l'articolo

 

In un mondo tecnologico, il ringraziamento degli organizzatori della XI edizione della Race for the Cure a tutti i partecipanti, i volontari, le aziende e le istituzioni arriva dalle pagine di Facebook. Un risultato davvero insperato quello di quest'anno che fino alla fine, vista l'abbondante pioggia di queste ultime 24 ore, ha fatto temere per il forfait di chi era pronto a correre per questa incredibile maratona benefica.  Il cuore dei romani e non, quest'anno non si è arreso neanche al brutto tempo, facendo registrare un record di iscritti con oltre 50.000 maratoneti.

"In questi dieci anni abbiamo potuto apprezzare il cuore di una città come Roma, che non si ferma davanti al maltempo quando c'è da dare un segno tangibile a livello di solidarietà", ha detto il Prof. Riccardo Masetti, presidente della Susan G. Komen Italia, al termine della manifestazione. "Il tumore del seno ogni anno entra purtroppo in 37.000 case italiane, ma noi ci auguriamo che le decine di migliaia di persone che hanno corso e passeggiato alla Race oggi possano aiutarci a far capire a tutte le donne che da questo male, se diagnosticato in tempo, si può guarire". 

La partenza, come gli anni precedenti, era in via delle Terme di Caracalla, con uno starter d'eccezione, la Presidente della Regione Lazio Renata Polverini con un nutrito gruppo di colleghe d'amministrazione come Isabella Rauti e Mariella Zezza alle quali si è aggiunta l'Assessore allo Sport della Provincia di Roma Patrizia Prestipino. Non mancavano ovviamente la madrina della manifestazione Maria Grazia Cucinotta, che ha confessa che è sempre una grande emozione "vedere l'entusiasmo di tante donne, di tante famiglie che scelgono di svegliarsi presto una domenica sfidando anche la pioggia è qualcosa che non si può descrivere. Bisogna viverla da protagonisti. Ed è questo l'invito che faccio a tutte le donne: dobbiamo essere protagoniste della prevenzione e della nostra salute". Come lei Rosanna Banfi, madrina delle 5.000 "Donne in Rosa", ovvero delle donne che hanno affrontato personalmente il tumore del seno e che scelgono di rendersi intenzionalmente visibili indossando una maglietta ed un cappellino rosa per testimoniare quel cambiamento di mentalità in positivo che ogni donna deve avere nel percorso di cura. A lei è stata riservata un'accoglienza davvero festosa e commovente: "Le Donne in Rosa sono le mie sorelle", dice Rosanna Banfi. "Abbiamo un brutto parente in comune che è il tumore del seno, ma se stiamo unite possiamo farci coraggio e scacciarlo dalle nostre vite. Basta avere cura di noi stesse fin da subito, senza aspettare che arrivino guai più seri". Presenti alla Race for the Cure anche i tre ambasciatori degli Stati Uniti a Roma, David Thorne, Miguel Diaz e Ertharin Cousin, che conoscono molto bene l'attività trentennale della Race for the Cure negli Stati Uniti (dove si corre in 125 edizioni l'anno).

Al Villaggio delle Terme di Caracalla è stato possibile acquistare i primi esemplari del francobollo con sovrapprezzo di 30 centesimi in favore della lotta ai tumori del seno, al quale era abbinato l'annullo speciale commemorativo della giornata. Maria Grazia Cucinotta, per dare l'esempio, ha spedito con il nuovo francobollo una maxi cartolina indirizzata "al tumore del seno" accompagnandola con un perentorio messaggio "ti vogliamo eliminare".

 


Race for the Cure 2010
Foto: associazione culturale Fotografiche Evasioni


BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.