Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


venerdì 22 nov 2019

  • MP News
  • Attualità

AMERICHE - Elezioni presidenziali USA, sfida all'ultimo voto

Testa a testa Obama-Romney prima della verità

05.11.2012 - Morgana Evangelisti



Cosa (non) sta facendo Obama per rilanciare il commercio internazionale

Che si voglia chiamarla recessione o depressione, che la si possa confrontare o meno con la crisi degli anni Trenta,...
Leggi l'articolo

Change? Where? Ovvero la timida ed inefficace politica economica di Mr. Obama

La speranza che aveva accompagnato i primi giorni di insediamento alla Casa Bianca del Presidente Obama si è ben...
Leggi l'articolo

Elezioni regionali 2010: finisce 7 a 6 per il centrosinistra, ma le regioni chiave le conquista il centrodestra

Conferme per il centrosinistra in Liguria, Emilia, Toscana, Umbria, Marche e Basilicata. Centrodestra avanti in Veneto,...
Leggi l'articolo

E’ passato qualche giorno da quando l’uragano Sandy si è scatenato e ha reso difficile la vita degli abitanti dell’East Side. Si è fermata la metropolitana, i grandi magazzini, si è fermata addirittura Wall Street. Ma le elezioni no, non si sono fermate, sono andate avanti nonostante Obama, dopo aver dichiarato lo stato di calamità naturale, abbia dovuto rimandare numerosi comizi. “Sarò con voi tutto il tempo necessario per la ripresa e la ricostruzione”, ha dichiarato il presidente in seguito alla devastazione causata da Sandy.

Manca ormai solo un giorno al 6 novembre 2012 e i due candidati, il democratico Barack Obama, presidente uscente e Mitt Romney, repubblicano aspirante alla carica, si danno battaglia a colpi di proposte elettorali e confronti televisivi. Per le elezioni che decideranno il futuro del paese nei prossimi quattro anni, le medie dei sondaggi su 50 stati riportano un serrato testa a testa. Obama, il presidente della grande riforma sanitaria del 2010, ha dalla sua parte i dati sull’andamento positivo del Pil dell’ultimo trimestre, la creazione di 171.000 posti di lavoro e la fiducia da parte di testate del calibro del Washington Post e del New York Times, nonostante le aspre critiche da loro mosse al presidente nel corso degli ultimi quattro anni. Nuovi appoggi sono giunti dal quotidiano liberale dello stato d’Israele per cui la rielezione del presidente uscente sarebbe un bene per Israele stesso.

Romney dal canto suo promette nuovi posti di lavoro per abbattere i tassi di disoccupazione, ancora alti nonostante i provvedimenti di Obama, e riceve il sostegno del Des Moines Register, il quotidiano dell’Iowa che dopo decenni nega il suo appoggio ai democratici per favorire un repubblicano, così come fece molti anni fa con Richard Nixon. “Obama non ha mantenuto le promesse” sostiene lo sfidante.

Tra comizi rinviati ed elezioni anticipate annullate, i due candidati non mancano di darsi battaglia anche su internet attraverso le preferenze espresse dagli elettori (e non solo) sui i social network. Nonostante i successi di Obama negli ultimi due confronti televisivi, Romney non perde terreno e, a livello nazionale, per i sondaggi, entrambi raccoglierebbero a oggi il 48% delle preferenze. Ma è Obama che sembra riesca a mantenere un vantaggio di diversi punti di percentuale negli stati chiave dell’Ohio e della Florida, stati che da sempre hanno deciso l’esito finale delle elezioni.

Dunque la partita è ancora aperta. Non ci resta che aspettare.

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.