Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


sabato 04 aprile 2020

  • MP News
  • Attualità

INCONTRI METROPOLITANI #7

Storie, confidenze, personaggi in Città

29.01.2015 - Rita Proto



INCONTRI METROPOLITANI #8

Storie, confidenze, personaggi in Città
Leggi l'articolo

INCONTRI METROPOLITANI #6

Storie, confidenze, personaggi in Città
Leggi l'articolo

INCONTRI METROPOLITANI #5

Storie, confidenze, personaggi in Città
Leggi l'articolo

INCONTRI METROPOLITANI #4

Storie, confidenze, personaggi in Città
Leggi l'articolo

Luigino sta a casa. Esce poco, se riposa. Parla sempre de no scoppio de na granata, che lui era pischello, nella grande Guera. Ma ce sta Teresa, l'ammore suo che pensa a tutto. Glie cucina certi 'ntingoli che manco la Sora Lella, bonanima.. e la carbonara co la pancetta a tocchetti e le cipollette arrosolate, l'ova der contadino e parmigiano a pioggia. Eppoi le costolette, l'insalatina tenerella e puro er dorce de mele. Lo tiene su bbene l'omo suo.

Lui è 'n tipo silenzioso e lei parla pe' due. Lei se arza presto e tutta zuccherosa glie fa er caffè, quello bbono, con na fetta de dorce, tanto pe' inizià bbene la giornata. Poi esce e va a fa la spesa ar mercatino e sceglie la robba più bbona ar meglio prezzo e come se li riggira i venditori.. sta scarola nun è bbona è tutta rinseccolita.. i pommidori pe quanto costeno nun so gnente de che... e così, tira de qua e tira de là, porta a casa tutto a meno. E poi li conti devono da tornà.

Se campa co la penzione de guera de lui e na pensioncina che poro papà fece a Teresa, nun se sa mai, versandole i contributi pe tanti anni.

Eppoi tutta 'nfervorata, torna a casa e se mette a cucinà pell'omo suo che la guarda e soride. Glie riconta de Lello, de Memmo, de quello che se dice ar Mercato. dell'amici de lui quanno li 'ncontra.

Luigino soride e guarda dalla finestra tutto er monno che core e se dispera. Lui no, ci ha Teresa sua che ce penza. E poi come lo tiene pasciuto e tirato...

Glie compra certe giacchette usate che con na botta de fero fanno na bella figura.

Eppoi, quanno ce sta er banchetto de le scarpe, ma no vicino casa, lei s'avvicina e sceglie. E guarda lo stivaletto de vitello e er mocassino marone. Ce penza su, è incerta. Quale glie piacerà a Luiggino suo? E alora glie fa ar venditore: "senti n'po mi marito ci ha li gusti difficili.. nun glie piace gnente.. che dici.. glie porto a ffa vedè na scarpa de uno e una dell'artro? Così se le misura eppoi te le riporto e magara gliele compro tutte e dddue. Romeo se la guarda, ce penza eppoi glie da du scarpe, destre dice Teresa tutta addorcita, così poi ritorno e famo l'affare. Er tempo de fagliele provà e torno subbito.

Girato l'angolo glie scappa 'n soriso beffardo. Luiggino mio ci ha du paia de scarpe nove. Pia l'autobuss e torna a casa felice pell'omo suo che ci ha solo la gamba destra. L'artra se l'è magnata na granata. Ma nun importa. Abbasta che l'omo suo ci ha lo stivaletto e puro er mocassino alla moda.

Romeo se sta ancora a chiede 'ndo è finita quà signora che annava 'n giro co du scarpe spaiate.

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.