Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


sabato 04 aprile 2020

  • MP News
  • Cinema e Teatro

Recensione Film: P.S. I love you

Richard LaGravenese, sceneggiatore di “La leggenda del re pescatore” e“I ponti di Madison County”, torna a parlare d’amore e morte da regista.

05.02.2008 - Valentina Ariete



Recensione: La dura verità

  Leggera, fresca e divertente commedia sulla battaglia dei sessi.  
Leggi l'articolo

E’ morto uno dei “padri” del cinema porno

Gerard Damiano, l’inventore di Gola Profonda, si è spendo all’età di 80 anni
Leggi l'articolo

Recensione film: Baby Love

Tutti possono immedesimarsi in questo film: gay, etero, uomini, donne, con o senza bambini…
Leggi l'articolo

Titolo: P.S. I love you
Regia: Richard LaGravenese
Cast: Hilary Swank, Gerard Butler
IMDB: 69/100
Voto: 70/100

 

Immaginate di essere una giovane donna con tanti sogni nel cassetto, speranze per il futuro e con un marito perfetto: bello, simpatico, paziente tanto da sopportare vostra madre, capace di suonare la chitarra mentre vi ammalia con un voce roca e profonda, con una faccia tosta tale da farvi lo spogliarello prima di andare a dormire. Praticamente un sogno. Adesso pensate a come stareste se quest’ uomo fantastico, l’amore della vostra vita, fosse stroncato prematuramente da un tumore al cervello. Questo è quello che accade a Holly (il doppio premio Oscar Hilary Swank): il suo adorato marito irlandese Gerry (Gerard Butler , il Leonida di “300”) muore a soli trentacinque anni lasciandola sola e nella più totale disperazione. A nulla servono gli sforzi della madre Patricia (Kathy Bates) e delle amiche Denise (Lisa Kudrow, la Phoebe di “Friends”) e Sharon (Gina Gershon) per consolare la neo-vedova, fino a quando, in occasione del suo trentesimo compleanno, ad Holly viene consegnata una torta e un nastro, in cui Gerry spiega che per non farla sentire sola le farà recapitare delle lettere. Ovviamente tutte termineranno con il “P.S. I love you” del titolo. Le lettere di Gerry e il viaggio in Irlanda, che le ha organizzato prima di morire, saranno il rimedio per il dolore di Holly: la sproneranno ad andare avanti e a rifarsi una vita.
Richard LaGravenese porta sullo schermo il racconto della scrittrice Cecilia Ahern e crea una pellicola dolce-amara: il tema della morte, sempre in primo piano, viene smorzato dai toni da commedia e il risultato è un mix di divertimento e riflessione che rappresenta in modo molto realistico tutti gli stati d’animo che si susseguono nel processo di elaborazione del lutto di una persona cara.
Bravissimi i protagonisti: Hilary Swank, che finalmente si cimenta in un ruolo leggero dopo tanti film drammatici, e Gerard Butler, che può finalmente dar prova delle sue ottime doti d’attore brillante e riproporre quelle di cantante con cui aveva già conquistato il pubblico nel musical “Il Fantasma dell’Opera”. Una coppia molto affiatata sullo schermo, che ha saputo rendere con estrema spontaneità e realismo la situazione di molte giovani coppie con problemi economici, ma tanto amore da darsi. Fantastica anche, nel ruolo di Denise, Lisa Kudrow - lei di risate se ne intende - che regala le battute più divertenti del film. Strepitoso poi il dialogo madre-figlia tra le due fuoriclasse, nonché premi Oscar, Hilary Swank e Kathy Bates: sono loro a dare il momento di maggior intensità emotiva alla pellicola e commuovono il pubblico in un crescendo di bravura interpretativa.
L’unica nota debole del film è proprio la regia: se la sceneggiatura è buona ed anche il finale sorprende perché non è scontato come ci si potrebbe aspettare, la regia invece è banale, spesso si limita a riprendere i protagonisti e non esalta certi momenti che avrebbero potuto essere molto più efficaci.
In sostanza comunque il film è divertente, godibile, con un ottimo cast e, per i più sensibili, con lacrimuccia in agguato.
Perfetto per San Valentino.

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.