Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


sabato 19 settembre 2020

  • MP News
  • Cinema e Teatro

Recensione Libro: "Il mistero della signora scomparsa"


Un capolavoro dello spionaggio, che affascinò anche il maestro Hitchcock

31.05.2008 - Tariq Malik Bashir



APPUNTAMENTI - Al Teatro di Ostia Antica va in scena Albertazzi

"Le Memorie di Adriano" concluderanno la rassegna estiva
Leggi l'articolo

TEATRO - A Roma il Gran Premio 2.0 - Teatro da condividere

Il 18 giugno 2015 alle ore 21 presso la Sala Teatro GP2 cinque compagnie si contenderanno la palma del miglior corto...
Leggi l'articolo

TEATRO - "LETTERA DI UNA SCONOSCIUTA"

Al Doppio Teatro la storia di un amore alla ricerca della propira identità
Leggi l'articolo

Autorice: Ethel Lina White
Titolo: Il mistero della signora scomparsa
Casa editrice: Polillo Editore (http://www.polillo.it/)
Pagine: 251
Prezzo: 12,40 euro


Ethel Lina White (1877-1944), autrice del libro “Il mistero della signora scomprasa”, nacque ad Abergavenny, una cittadina inglese al confine col Galles. Iniziò a scrivere giovanissima e come metodo di lavoro, conservò sempre l’abitudine di procedere a varie stesure dei suoi romanzi. In totale ha composto una quindicina di romanzi polizieschi. Nel 1931 con Put Out The Light, intraprese la strada del giallo. La sua popolarità aumentò di pubblicazione in pubblicazione, fino a raggiungere il picco nel 1937, proprio con questo irresistibile romanzo.

La vicenda è ambientata su un treno che attraversa l’Europa. Durante il viaggio la giovane Iris Carr stringe un’occasionale amicizia con la signorina Froy, una zitella inglese di mezza età, che la circonda di attenzioni. Ma quando al giovane Iris si risveglierà da un breve sonnellino, non troverà più la sua amica. Nello scompartimento, nel vagone e in tutto il treno, nessuno sa niente e nessuno ha visto niente. I casi sono due o la stravagante signorina Carr ha avuto un’allucinazione, per cui crede di aver incontrato una persona che è solo il frutto delle sue fantasie. Oppure tutti i viaggiatori sono coinvolti in un assurda e terribile congiura.

La trama ruota attorno alla giovane Iris Carr. La quale era un’orfana attraente e economicamente indipendente, che era abituata a vivere circondata da nugoli di amici. Ad un perfetto estraneo poteva sembrare la tipica ragazza della media-società: vanitosa, egoista e inutile. Ovviamente tutte le valutazioni di primo impatto, hanno il difetto di non mostrar mai le qualità che potrebbero riscattarci.

La lettura è scorrevole, come la locomotiva su cui è ambientato la storia. I personaggi che fanno parte della vicenda non fanno parte della tappezzeria, ma brillano per la loro originalità e per le loro qualità umane, positive o negative che siano. In sostanza è un pilastro della letteratura gialla e meriterebbe tranquillamente le cinque stelle.
Da questo celebre romanzo il grande Alfred Hitchcock, nel 1938, trasse il film La signora scomparsa, con Margaret Lockwood. Nel 1979 da una produzione della prestigiosa Rank Film, il regista Anthony Page, firma un bellissimo remake. Con un cast di tutto rispetto: Elliot Gould, Cybill Shepherd, Angela Lansbury e Herbert Lom.
BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.