Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


martedì 26 maggio 2020

  • MP News
  • Cinema e Teatro

Recensione film: 14 anni vergine

08.06.2008 - Pietro Salvatori



APPUNTAMENTI - Al Teatro di Ostia Antica va in scena Albertazzi

"Le Memorie di Adriano" concluderanno la rassegna estiva
Leggi l'articolo

TEATRO - A Roma il Gran Premio 2.0 - Teatro da condividere

Il 18 giugno 2015 alle ore 21 presso la Sala Teatro GP2 cinque compagnie si contenderanno la palma del miglior corto...
Leggi l'articolo

TEATRO - "LETTERA DI UNA SCONOSCIUTA"

Al Doppio Teatro la storia di un amore alla ricerca della propira identità
Leggi l'articolo

Titolo: 14 anni vergine (Full of it)
Regia: Christian Charles
Cast:

Ryan Pinkston, Kate Mara, Teri Polo

IMDB: 57/100
Voto: --/100
“Nell’Otello di Shakespeare qual’è la vera beffa di Iago?” domanda l’insegnante di letteratura. E immancabilmente la ragazza più studiosa della classe offre una risposta puntuale ed erudita, ma che viene inaspettatamente cassata come non corretta.
“E tu Sam, che ne dici?”, chiede ancora l’avvenente professoressa.
“Beh, io credo che la vera beffa di Iago è che succedono parecchie cose di merda...” “Esatto Sam, è proprio così!”.
Inizia così lo straordinario periodo del piccolo Sam, un “barattolo”, come viene definito dai bulletti della scuola, che si accinge a frequentare in un nuovo istituto l’ultimo anno della scuola media.
Precisino, maglioncino, camicia e taglio improbabile di capelli, viene immediatamente deriso da tutti, salvo che dalla bella nerd Annie. Per venirne fuori, Sam inizia a raccontare una serie di storie assurde per farsi bello di fronte agli altri, che inaspettatamente iniziano ad avverarsi.
Così, oltre che ad entrare nelle grazie della più bella professoressa della scuola, verrà corteggiato dalla reginetta del ballo, diventerà un campione di basket, i genitori diventeranno artisti e rockstar, e il cane gli mangerà puntualmente tutti i compiti. Finchè la situazione non inizierà a sfuggirgli di mano.
Un film semplice e lineare, che c’entra molto poco con il sesso (anche perchè non sembra così assurdo che a 14 anni si sia ancora vergini) come vorrebbe il titolo, Full of it nell’originale e inizialmente pensato nel sicuramente più efficace Sam sfigato raccontaballe nella localizzazione in italiano, ma che si configura piuttosto come una commediola gradevole per teenager e famiglie, che si delinea piuttosto classicamente, mettendo in scena diversi tratti caratteristici del genere.
Diversi i momenti gradevoli, alcuni proprio spassosi, in una pellicola che viene purtroppo segnata dall’immediato incombere di una morale facile e prevedibile, che si intuisce e si indovina nelle primissime battute, e che fa smarrire un pò il gusto della storia, la possibilità di un imprevisto.
Non ci si fa sorprendere da uno scatto in avanti di alcun genere di uno schema narrativo piatto, sostenuto felicemente da una scrittura agile e divertente, che permette, nonostante tutto, di non annoiarsi di fronte ad una storia che sarebbe potuta risultare di sicuro molto più banale e scontata.



BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.