Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


venerdì 17 gennaio 2020

  • MP News
  • Cinema e Teatro

Cinema Evento: Golden Graal 2008

15.06.2008 - Flaminia Angelucci



APPUNTAMENTI - Al Teatro di Ostia Antica va in scena Albertazzi

"Le Memorie di Adriano" concluderanno la rassegna estiva
Leggi l'articolo

TEATRO - A Roma il Gran Premio 2.0 - Teatro da condividere

Il 18 giugno 2015 alle ore 21 presso la Sala Teatro GP2 cinque compagnie si contenderanno la palma del miglior corto...
Leggi l'articolo

TEATRO - "LETTERA DI UNA SCONOSCIUTA"

Al Doppio Teatro la storia di un amore alla ricerca della propira identità
Leggi l'articolo

Si è svolta a Roma, lo scorso 8 giugno, all’Auditorium della Conciliazione, la quarta edizione del Golden Graal, manifestazione finalizzata alla valorizzazione di giovani attori di teatro e cinema. La serata si è svolta all’insegna della trasparenza (errori non mascherati) ed un’ inusuale tranquillità con un Elio Germano seduto fra la stampa e gli attori di “Dignità autonoma di prostituzione” che intrattenevano il pubblico prima dell’inizio dell’evento.

Per capire cosa sia e come sia strutturato il Golden Graal, ad alcuni ancora sconosciuto, abbiamo intervistato Marco Spagnoli e Pina Traini direttori artistici dell’evento.

M'P: Come nasce il Golden Graal?

M.S: Graal nasce da me, Paolo Monaci (produttore) e Pina Traini (giornalista) come manifestazione per premiare giovani talenti.

M'P: Come sono strutturate le votazioni?

M.S: Il Graal si ispira al Glden Gobe e non volevo che fosse assegnato secondo logiche estranee al talento per questo si è scelto un premio per giovani assegnato da giovani.
Si prendono in considerazione tutti i film dell’anno precedente ipotizzando che i giovani li abbiano visti; tutti i film sono sottoposti al comitato dei garanti (40 persone, professioniste del settore, quest’anno il direttore onorario era Giorgio Albertazzi) che scelgono 10 film e questi sottoposti ai ragazzi; i primi 5 sono i film candidati e si passa ad una nuova votazione tutto in via telematica. In questo modo non si può barare e le votazioni sono documentate da più di 300 mail.

M'P: Come trovate i fondi per l’evento?

M.S: Non usufruiamo di finanziamenti pubblici, ma lavoriamo con sponsor privati.

P.T: Trovarli è difficile non coprono mai l’intero costo dell’evento, a dire la verità la prima edizione è stata pagata interamente da Paolo Monaci, tutti asseriscono che l’idea è buona ma quando si tratta di investire, gli sponsor accettano solo se c’è il nome famoso e questo va contro il nostro intento

M'P: Obbiettivi per il futuro?

M.S: Ci piacerebbe dare tutti premi Under 40 ma spesso nel teatro non è possibile, ma è un obbiettivo che ci si da nelle prossime edizioni. Vorremmo anche aumentare i workshop che erano completamente gratuiti per dare la possibilità agli studenti di partecipare.

P.T: Sarebbe bello pensare che il Golden Graal fosse solo l’ultima serata di un anno di eventi: workshop, convegni, conferenze, per far migliorare i ragazzi giorno dopo giorno e creare la giusta sinergia con gli esperti di ogni settore. Per quel che riguarda l’età degli attori chi si può permettere una turné in italia non ha mai meno di 35 anni certo non sei vecchio ma neanche giovanissimo, negli altri paesi un attore può avere un’ottima parte anche a 20 anni il che la dice lunga su quanto siano trascurate le attività giovanili in Italia e lo dico con gran dispiacere

M'P: Curioso che a dare i premi siano stati degli studenti…

M.S: I premi sono stati conferiti dai ragazzi perché questo festival non punta sui canoni tradizionali, ma si basa su una giuria di spettatori studenti; anche la scenografia è stata studiata progettata e montata da due studenti. Tutto team di produzione ha in media trent’anni. Non c’è snobismo, non c’è trucco. Non è la notte degli oscar, è la notte dei giovani.

P.T: Gli scenografi avevano tra i 20 e i 24 anni.

M'P: Vi sentite arrivati?

M.S: No, il Golden Graal è un work in progress, il premio vuole essere condiviso con chi ha dei progetti interessanti che possono essere integrati. Siamo giovani ma non disposti a compromessi rispetto alla nostra idea di base.

P.T: speriamo di poter fare sempre di più e lo faremo.

L’idea e l’onestà probabilmente sono stati premiati se l’anno scorso il Golden Graal ha avuto un milione di spettatori su rai1…

Hanno partecipato fra l’altro Giorgio Albertazzi, Caterina D’Amico, Massimo Lopez e sono stati assegnati i seguenti premi dagli studenti:

Premio Sergio Citti (come opera significativa di un’epoca) a Garrone per il film Gomorra;

Premio astro nascente per il teatro
a Elisabetta Cianchi e Gianluca Gobbi;

Premio Astro Nascente per il Cinema a: Isabella Ragonese e Flavio Parenti ;

Premio teatrale a “ Dignità autonoma di prostituzione” a Luciano Melchione ed Elisabetta Cianchi

Miglior attore/attrice categoria commedia: Isabella Ferrari (teatro) e Alba Rohrwacher (cinema), Neri Marcoré (teatro), Elio Germano (cinema).

Miglior regia, Commedia: Cristina Comencini (teatro), Daniele Lucchetti (cinema).

Miglior attore/attrice categoria dramma: Lorenza Indovina (teatro), Valeria Golino (cinema); Ivan Castiglione (teatro), Pierfrancesco Favino (cinema).

Miglior regia, Dramma: Alessandro Gassman (teatro), Andrea Molaioli (Cinema).

Premio alla carriera
: al compositore Franco Piersanti e al regista teatrale a Carlo Giuffré.

Premio speciale ai documentari
: “Greater” di Emmanuel Exitu sull’Uganda e “Amore
Bianco” sui rischidell’ AIDS realizzato dall’ AMREF.

Miglior Colonna Sonora Originale
: Riccardo Eberspacher e Neffa
Premio ANNA MAGNANI ex aequo a Isabella Ragonese e Alba Caterina Rohrwacher

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.