Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


sabato 28 marzo 2020

  • MP News
  • Cinema e Teatro

Recensione film: Cambio di gioco

The Rock diventa papà

20.07.2008 - Francesca Maria Calegari



APPUNTAMENTI - Al Teatro di Ostia Antica va in scena Albertazzi

"Le Memorie di Adriano" concluderanno la rassegna estiva
Leggi l'articolo

TEATRO - A Roma il Gran Premio 2.0 - Teatro da condividere

Il 18 giugno 2015 alle ore 21 presso la Sala Teatro GP2 cinque compagnie si contenderanno la palma del miglior corto...
Leggi l'articolo

TEATRO - "LETTERA DI UNA SCONOSCIUTA"

Al Doppio Teatro la storia di un amore alla ricerca della propira identità
Leggi l'articolo

Titolo: Cambio di gioco (The game plan)
Regia: Andy Fickman
Cast:

Dwayne ‘The Rock’ Johnson, Madison Pettis, Kyra Sedgwick

IMDB: 62/100
Voto: 30/100
Cosa succederebbe se scopriste all’improvviso di avere una figlia di cui ignoravate l’esistenza?
Molti sono i film che hanno provato a dare una risposta a questa domanda, ma pochi sono quelli che sono riusciti a farlo con originalità e freschezza, come Tre uomini e una culla, nella versione originale di Coline Serrau del 1985, per citarne uno.
Il film di Andy Fickman non è tra questi.
Dwayne “The Rock” Jhonson è Joe Kingman, il quarterback più amato e seguito della National Football Leauge. Dopo una stagione eccezionale è ad un passo dal portare la squadra a vincere il campionato, ha un contratto multimilionario con uno sponsor non proprio politicamente corretto, un’agente (Kyra Sedgwick) perfida e calcolatrice, e una vita da scapolo incallito che non rinuncia mai al divertimento.
Ma lo aspetta una sorpresa. Un mattino bussa alla sua porta una bambina di otto anni, Peyton (Madison Pettis), sostenendo di essere sua figlia.
Riuscirà Joe ad essere un grande giocatore e un buon papà? Ma soprattutto diventerà un uomo?
Essendo ambientato nel mondo di uno degli sport più seguiti degli USA, Cambio di gioco ha ottenuto un discreto successo in patria; ma è probabile che passi inosservato in Italia, dove questo sport è praticamente ignorato. Non migliora la sua posizione il fatto che il regista, invece di costruire gag divertenti, si limiti a riproporne di viste e riviste, sfruttando la situazione del personaggio da film d’azione catapultato in un ruolo tenero. Già Vin Diesel si era cimentato in una sfida simile in Missione Tata, film che però riusciva a tenere sicuramente più alto il morale dello spettatore.
Cambio di gioco dovrebbe essere la classica commedia simpatica per famiglie, ma risulta noioso, prevedibile, ed estremamente lungo. Praticamente l’ideale per mettere i bambini a letto.
Unico plauso forse è da attribuire proprio a Dwayne Jhonson, ex giocatore di football, wrestler trapiantato sul grande schermo, interpretando un po’ anche sé stesso è l’anima del film e sa prendersi in giro. Per il resto il cast è assolutamente pietoso: Kyra Sedgwick non fa paura a nessuno, e Madison Pettis non è veramente niente più di un faccino tenero che fa le smorfie.



BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.