Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


domenica 19 gennaio 2020

  • MP News
  • Cinema e Teatro

Incontro stampa: Galantuomini

27.10.2008 - Carlo Brunelli



APPUNTAMENTI - Al Teatro di Ostia Antica va in scena Albertazzi

"Le Memorie di Adriano" concluderanno la rassegna estiva
Leggi l'articolo

TEATRO - A Roma il Gran Premio 2.0 - Teatro da condividere

Il 18 giugno 2015 alle ore 21 presso la Sala Teatro GP2 cinque compagnie si contenderanno la palma del miglior corto...
Leggi l'articolo

TEATRO - "LETTERA DI UNA SCONOSCIUTA"

Al Doppio Teatro la storia di un amore alla ricerca della propira identità
Leggi l'articolo

Incontriamo al completo tutti i realizzatori di Galantuomini.
Le prime domande sono tutte per il regista Edoardo Winspeare “Questo film è un melò, una storia d’amore impossibile con uno scheletro noir. Quando ho lavorato volontario in carcere ho conosciuto molte donne forti come Lucia, la protagonista. Specialmente una, a cui mi ero molto legato e su cui volevo fare un documentario, era una molto impegnata anche nel volontariato…solo che poi è stata arrestata per associazione a delinquere! Mi sono ritrovato come Ignazio con Lucia.” Gli attori si sono dovuti impegnare molto a studiare il ruolo, soprattutto Fabrizio Gifoni e Gioia Spaziani che interpretano i magistrati “Abbiamo passato un mese con magistrati salentini Cataldo Motta e Leone De Castris, sono stati molto gentili con noi, ci hanno consigliato soprattutto sulla credibilità dei personaggi!” La Finocchiaro invece ha avuto a che fare con il lato femminile e criminale della vicenda “Le donne salentine sono molto forti, sono fiere, hanno uno sguardo che va oltre le cose, una determinazione unica! E il contesto criminale accentua tutte queste qualità!”  del resto il regista ha imposto un veto alla produzione per il personaggio femminile o la Finocchiaro o niente. Nel ruolo del bullo invece, c’è Giuseppe Fiorello, al suo primo ruolo da cattivo “Sì è la prima volta che interpreto me stesso!” scherza fiorellino tra le risate della sala “il bello del mio personaggio è che non è stereotipato, sono cresciuto in provincia in Sicilia e di questi personaggi ce n’erano tantissimi! Infatti mi sono divertito moltissimo, è stato come interpretare una parte della mia vita” L’ultima analisi sulla Puglia spetta a Winspeare “I primi anni 90 sono un momento storico interessante. Solo in quel periodo la Puglia appare nello scenario italiano. Non abbiamo mai avuto una grande tradizione, un grande artista, uno scrittore..Poi in quei tempi con l’arrivo degli albanesi, dopo la caduto del muro di Berlino, i pugliesi hanno scoperto la criminalità organizzata, hanno letteralmente invaso il montenegro. La Puglia dei Sud Sound System, dei Negroamaro, “L’India d’Italia”, è una cosa nuovissima. Fino a qualche decennio fa era un piccolo paradiso isolato.”

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.