Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


sabato 19 settembre 2020

  • MP News
  • Cinema e Teatro

Hard art

Erotismo ed ironia alla galleria L’Attico. Fino al 20 aprile 2009

03.03.2009 - Flaminia Angelucci



APPUNTAMENTI - Al Teatro di Ostia Antica va in scena Albertazzi

"Le Memorie di Adriano" concluderanno la rassegna estiva
Leggi l'articolo

TEATRO - A Roma il Gran Premio 2.0 - Teatro da condividere

Il 18 giugno 2015 alle ore 21 presso la Sala Teatro GP2 cinque compagnie si contenderanno la palma del miglior corto...
Leggi l'articolo

TEATRO - "LETTERA DI UNA SCONOSCIUTA"

Al Doppio Teatro la storia di un amore alla ricerca della propira identità
Leggi l'articolo

Image Hosting by Picoodle.com  Otto opere esposte all'interno di un appartamento nel  centro di Roma; il contrasto tra gli affreschi del soffitto e il soggetto dell'esposizione potrebbe destare qualche perplessità; un opera o due in ogni ambiente e l'occhio è libero di vagare nello spazio. Otto autori con storie e provenienze diverse, viventi e non, ma con un tema in comune: l'erotismo. Tema scabroso, tema nascosto, tema antico come il mondo.

Ma quello che vediamo non corrisponde all'ideale classico dell'eros e thanatos, né alla scabrosità cui ci ha abituati certa televisione: ironia e disillusione sono i temi dominanti, da " Dur Grand bon e choud" di Ben Vautier, parodia delle stampe erotiche francesi  del XVIII secolo, a "Positivo-Negativo" di Francesco Clemente, un cimitero di organi genitali, reazione dell'autore al gran numero di amici colpiti dall'Aids.

Le opere esposte strizzano l'occhio al visitatore, lo stuzzicano senza irritarlo; non provocano uno shock ma non possono lasciare indifferente. Alcune opere sanno di profezia non ascoltata come "Nudo" di Sergio Ragalzi: il corpo della donna stilizzato come le opere cicladiche ma dipinte di grigio come un ossessione e i due barattoli schiacciati al posto dei seni, come non pensare alla commercializzazione al feticcio che è diventato il corpo della donna?

Cosa dire di "Vestite la sposa" dove si scorgono i colori di Klimt e Monet, applicati su una tela che ci mostra un mare di seni e capezzoli?

Image Hosting by Picoodle.com  Per ogni dipinto, foto, scultura o installazione esposta le ipotesi si moltiplicano come in un caleidoscopio. È uno scherzo o una provocazione? Chi può dirlo? La mostra è in via del Paradiso.

Il colmo.

 

Art Hard

Fino al 20 aprile 2009

GALLERIA L'ATTICO - FABIO SARGENTINI

Via del Paradiso 41 - Roma

dal lunedì al sabato - ore 17-20

www.fabiosargentini.it

 

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.