Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


domenica 20 settembre 2020

  • MP News
  • Cinema e Teatro

Recensione Film: Il Padrino

“Gli farò un’offerta che non può rifiutare”

14.04.2009 - Francesco Manca



Recensione: Scarface (1983)

“Io mi prendo tutto quello che posso” “E cos’è che puoi prenderti?” “Il mondo, chico…e tutto quello che...
Leggi l'articolo

Il commissario Rex

Dal 17 marzo in prima serata su Rai Uno torna la nuova serie del cane poliziotto più famoso della tv, accompagnato dal...
Leggi l'articolo

Recensione: Re per una notte

Meglio re per una notte che buffone tutta la vita
Leggi l'articolo

Recensione film: Saw V

L’agente Hoffman, l’ultimo rimasto a portare avanti l’eredità dell’enigmista, deve difendere a tutti i costi...
Leggi l'articolo

Titolo:  Il Padrino
Regia: Francis Ford Coppola
Cast: Marlon Brando, Al Pacino, James Caan, Robert Duvall, John Cazale, Diane Keaton, Richard Castellano
IMDB: 91/100
Voto: 100/100
Questo linguaggio è ormai da tempo diventato di uso comune tra tutti i cinefili e i meno cinefili, e non è un fatto di cui ci si deve incuriosire più di tanto, e curioso non è nemmeno il fatto che “Il Padrino” rappresenti un importante ed indispensabile cimelio senza il quale, oggi, il cinema apparirebbe sicuramente molto diverso, e senza dubbio ne soffrirebbe.

Tratto dall’opera letteraria (1969) di Mario Puzo e diretto da Francis Ford Coppola nel 1971 e distribuito nelle sale nel 1972, “Il Padrino” rimane, ancora oggi, a quasi 40 anni dalla sua nascita, un capolavoro dall’inestimabile valore, che gode della divina presenza attoriale di un mostro sacro come Marlon Brando nelle ammirabile ed indimenticabili vesti di Don Vito Corleone. La presenza di Brando è indubbiamente uno dei punti a favore del film di Coppola, tanto è vero che l’attore verrà premiato con un Oscar (il secondo ed ultimo nella sua carriera) che comunque non accetterà come segno di protesta contro lo sfruttamento dei nativi americani.

“Il Padrino” è un’epopea che vede il suo inizio nel 1946, durante la cerimonia di nozze della figlia di Don Corleone, e prosegue lungo una serie di drammatici e sanguinari eventi che coinvolgeranno tutti i membri della Famiglia così come le altre Famiglie in guerra contro i Corleone.

Ogni aspetto dell’opera di Coppola è praticamente perfetto ed inarrivabile: da un’eccezionale sceneggiatura firmata dallo stesso regista con l’aiuto dell’autore del romanzo Mario Puzo ad un montaggio molto coinvolgente, soprattutto nelle sequenze finali intrise di una forte dose di violenza, da una fotografia spettacolare ad una colonna sonora che è ormai leggenda.

Oltre all’immensa performance di Brando, il film è supportato da un eccezionale cast che vanta nomi di massimo rispetto: in primo luogo l’allora semisconosciuto Al Pacino nei panni di Michael Corleone, terzogenito di Don Vito, personaggio che sarà protagonista dei successivi due capitoli (1974, 1990) della saga, James Caan che interpreta Santino “Sonny” Corleone, primogenito di Don Vito, Robert Duvall (Tom Hagen), il fido consigliere della Famiglia, John Cazale (Fredo Corleone), secondogenito di Don Vito, Diane Keaton (Kay Adams), moglie di Michael, Richard Castellano (Peter Clemenza) etc.

Con 3 premi Oscar vinti (Miglior film, miglior attore protagonista (Brando) e miglior sceneggiatura non originale (Coppola e Puzo)) su 6 nomination, “Il Padrino” rimane uno dei massimi vertici raggiunti dalla Settima Arte e l’indiscusso capostipite dell’intero genere Gangster, su cui non c’è veramente molto altro da dire, poiché di fronte a tale bellezza le parole sono del tutto superflue.

 
BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.