Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


giovedì 02 aprile 2020

  • MP News
  • Cinema e Teatro

David di Donatello 2009

53° edizione del prestigioso riconoscimento cinematografico

14.04.2009 - Giulia Pietrozzini



Recensione: La vita segreta delle api

Dietro al titolo da documentario del National Geographic si cela un coro di formidabili attrici, punta di diamante di...
Leggi l'articolo

Recensione: Legami di sangue

È con Legami di sangue che debutta sul grande schermo Paola Columba con un film dai toni aspri che getta uno sguardo...
Leggi l'articolo

Recensione: Racconti incantati

Commedia fantasy con la comicità di Adam Sandler, che veste i panni di un tuttofare in un albergo e si improvvisa...
Leggi l'articolo

Terra Madre

Partendo dalla conferenza omonima tenutasi nel 2006, Ermanno Olmi monta un documentario che fallisce proprio in quello...
Leggi l'articolo

“Gomorra” e “Il Divo” due nomi su tutti. Al termine di una stagione cinematografica decisamente felice per il nostro paese, venerdì 8 maggio all’Auditorium Conciliazione di Roma si terrà la cerimonia di premiazione della 53° edizione dei premi David di Donatello. Ad essere premiati non saranno solo film, attori e registi ma anche sceneggiatori, compositori delle colonne sonore, direttori di fotografia e costumisti. Durante la conferenza stampa tenutasi in Viale Mazzini che, con un mese d’anticipo, ha annunciato le candidature, molti sono stati gli interventi. Gianluigi Rondi, noto critico cinematografico e attuale presidente dell’Ente David di Donatello parla della duplice possibilità che avrà il pubblico di seguire la premiazione: su RaiSat Cinema in diretta alle 19:00 e su Raiuno in seconda serata. Una giuria composta da 1538 membri ha segnalato 24 titoli, numero per la prima volta così ampio nella storia del Premio. Le pellicole in corsa per il premio di Miglior Film, oltre ai già citati “Gomorra” e “Il Divo”, sono: “Ex”, “Si può fare” e “Tutta la vita davanti”. E c’è una novità: in concorso quest’anno anche delle commedie -come “Diverso da chi?”, i cui protagonisti Claudia Gerini e Luca Argentero concorrono per il premio di Miglior Attrice e Miglior Attore Protagonista, e “Tutta la vita davanti”, che vede candidata Micaela Ramazzotti come Miglior Attrice Non Protagonista -, segno che l’attenzione è stata rivolta ad ogni genere. A rappresentare la giuria in conferenza Enzo Decaro: “S’è deciso di annunciare in questa sede i vincitori dei premi come Miglior Documentario - Daniele Gaglianone con “RATA NECE BITI (La guerra non ci sarà)” – e Miglior Cortometraggio – Paolo Zucca con “L’arbitro” – per dare maggiore visibilità a questi registi e spazio e lustro al genere”. Decaro si sofferma, inoltre, su una iniziativa lodevole: sono molti, in seguito al terremoto, i cineasti abruzzesi che hanno perso la possibilità di operare e a questo proposito si sta organizzando una raccolta di supporti tecnici. “Il cinema viaggia sempre accanto alla realtà, anche quando è dura e spietata”, questa la frase con cui l’attore ritiene opportuno concludere il suo intervento.

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.