Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


mercoledì 27 maggio 2020

  • MP News
  • Cinema e Teatro

Recensione: Rombo di tuono

La guerra non sarà finita fino a che l’ultimo soldato americano non sarà tornato a casa.

30.04.2009 - Tariq Malik Bashir



Recensione: Rombo di tuono 2

Anche se dovrebbe essere il seguito del fortunato Rombo di tuono questo è in realtà un prequel, che svela e rimarca...
Leggi l'articolo

Un pugno letale direttamente dal tuo cellulare

Il sette volte campione del mondo di arti marziali, stella del cinema d’azione, Chuck Norris, si appresta a diventare...
Leggi l'articolo

Recensione film: Valzer con Bashir

Tragedia animata dalle tinte sgargianti e dalla patina pop per ricordare il massacro di Sabra e Shatila: l’ex-soldato...
Leggi l'articolo

Il commissario Rex

Dal 17 marzo in prima serata su Rai Uno torna la nuova serie del cane poliziotto più famoso della tv, accompagnato dal...
Leggi l'articolo

Titolo: Rombo di Tuono I / Missing in Action
Regia: Joseph Zito
Cast: Chuck Norris, M. Emmet Walsh
IMDB: 47/100
Voto: 72/100
In questa avvincente pellicola Chuck Norris interpreta il pluridecorato colonnello James Braddock soprannominato dai suoi soldati Bull-Braddock, per la sua tenacia, il suo coraggio e altruismo. Il colonnello è stato prigioniero in uno dei tanti campi di prigionia vietnamiti lui è la testimonianza vivente dell’esistenza di quelle realtà. Per ordine del presidente degli Stati Uniti d’America sarà mandato con una delegazione americana a Ho Chi Min, l’ex Saigon, per dirimere la questione dei militari americani ancora presenti nel territorio della Repubblica popolare del Vietnam. Braddock si rivelerà un osso duro e non sarà disposto a trattare con gli assassini di ieri e nuovi politici di oggi. Per cui i suoi metodi poco ortodossi lo costringeranno a cambiare aria e a far affiorare la verità a modo suo.

La pellicola è stata rilasciata nel novembre del 1984, in pieno Reaganismo, il quale era favorevole a pellicole come Rambo, Rombo di Tuono(Missing in Action), Alba rossa, Delta Force, Invasion Usa, che essenzialmente nascevano per esaltare lo spirito americano.

Questo film fu un grande successo di pubblico sei milioni di dollari incassati nel primo weekend e l’incasso totale sul territorio americano fu di ben ventitre milioni di dollari. Il badget fu veramente modesto, solamente due milioni e mezzo di dollari, rispetto alla prima avventura del ben più famoso, Rambo, che costò alla produzione circa diciassette milioni di dollari.

Anche il personaggio di James Braddock ha combattuto la guerra del Vietnam, e ne è uscito non del tutto integro psicologicamente, i suoi flashback e i suoi incubi sono la prova e il sintomo che per una parte dei soldati quella guerra non potrà considerarsi conclusa, e per alcuni non lo sarà mai, fino a che l’ultimo soldato americano, vivo o morto che sia, non sarà tornato a casa. 

Anche se si tratta di un Action Bmovie, le tematiche e le questioni che porta alla ribalta sono di grande interesse. Il film è molto ben articolato nella prima parte, e riserva azione, inseguimenti e combattimenti nella seconda e si sa che quando Norris agita il suo pugno o i suoi calci, sono dolori per tutti.

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.