Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


giovedì 24 settembre 2020

  • MP News
  • Cinema e Teatro

Recensione: Meno male che ci sei

11.12.2009 - Valerio Celletti



APPUNTAMENTI - Al Teatro di Ostia Antica va in scena Albertazzi

"Le Memorie di Adriano" concluderanno la rassegna estiva
Leggi l'articolo

TEATRO - A Roma il Gran Premio 2.0 - Teatro da condividere

Il 18 giugno 2015 alle ore 21 presso la Sala Teatro GP2 cinque compagnie si contenderanno la palma del miglior corto...
Leggi l'articolo

TEATRO - "LETTERA DI UNA SCONOSCIUTA"

Al Doppio Teatro la storia di un amore alla ricerca della propira identità
Leggi l'articolo

Titolo: Meno male che ci sei
Regia: Luis Prieto
Cast: Chiara Martegiani, Claudia Gerini, Alessandro Sperduti, Guido Caprino

Oh no, di nuovo. Ecco un altro sottoprodotto di un genere che trova in Federica Moccia il suo punto più alto, ecco l'ennesimo tentativo di creare ritratti di adolescenti che vorrebbero sembrare realistici ed estemporanei, e che vengono percepiti come tali solo perché c'è scritto "ritratto realistico ed estemporaneo" a caratteri totalitari. Ecco nuove epopee di formazione e candide storie d'amore tra due persone "proprio come noi", con relative trasposizioni in cellulosa, che con il passaparola sono stati elette a manifesti di una generazione della quale non si riesce a comprendere se è semplicemente così arida da non poter percepire alternative in cui rispecchiarsi, finendo per aderire a questi modelli quasi con un atto di fede.
In "Meno male che ci sei", romanzo di Maria Daniela Raineri e ora film di cui lei stessa ha curato la sceneggiatura, non ci sono solamente adolescenti, ma anche la altrettanto problematica generazione "I trenta sono i nuovi venti", incarnata in questo caso in Luisa (Claudia Gerini) e le sue colleghe. Allegra (Claudia Martegiani) è un'adolescente alle prese con i problemi della sua età, i primi batticuori e i primi pruriti, e un esame di maturità da affrontare a breve. I suoi genitori, per tentare di spegnere qualche attrito di coppia, decidono di partire per un viaggio in Kenya, dal quale per una tragica fatalità non torneranno mai. Allegra si trova scaraventata in una vita completamente nuova, guidata da una nonna beona (Stefania Sandrelli) e un nonno catatonico. La noia e una giustificata curiosità portano Allegra a curiosare nella casella e-mail del padre, scoprendo un'amante (Luisa) di cui ignorava l'esistenza, e che affronterà personalmente. Le due diventeranno amiche e complici, anche quando piccole scosse e grandi terremoti emotivi e sentimentali le allontaneranno. Allegra scoprirà l'amore e il sesso con il coetaneo Gabriele (Alessandro Sperduti), e passando attraverso gelosie, insicurezze e paure tipiche per la propria età, riuscirà a scoprire il valore dei suoi legami affettivi e si lascerà tutto alle spalle.


Foto di Fabio Gatto
Tra le due interpreti femminili spicca una brava Claudia Gerini. che veste perfettamente i panni della inguaribile romantica, e il personaggio interpretato dalla giovanissima Chiara Martegiani appare più autentico rispetto a molte altre pellicole che raccontano storie simili. Magra consolazione: nel complesso l'ultima fatica di Luis Prieto, già realizzatore di "Ho voglia di te" è una scontata, anacronistica fiaba che ha per tema l'amicizia in rosa, in cui le donne nello smascherare uomini che appaiono bambini irresponsabili, volubili e violenti, scoprono sé stesse e le proprie debolezze, come nei romanzi Harmony. Poco appetibile

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.