Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


sabato 22 febbraio 2020

  • MP News
  • Cinema e Teatro

Recensione: Io, loro e Lara

Padre Carlo Mascolo (Carlo Verdone) è un missionario che da anni vive in un villaggio dell’Africa, costantemente impegnato nello sviluppo e nella crescita della comunità che segu

04.01.2010 - Vittorio Alberici



APPUNTAMENTI - Al Teatro di Ostia Antica va in scena Albertazzi

"Le Memorie di Adriano" concluderanno la rassegna estiva
Leggi l'articolo

TEATRO - A Roma il Gran Premio 2.0 - Teatro da condividere

Il 18 giugno 2015 alle ore 21 presso la Sala Teatro GP2 cinque compagnie si contenderanno la palma del miglior corto...
Leggi l'articolo

TEATRO - "LETTERA DI UNA SCONOSCIUTA"

Al Doppio Teatro la storia di un amore alla ricerca della propira identità
Leggi l'articolo

Titolo: Io, Loro e Lara
Regia: Carlo Verdone
Cast: Carlo Verdone, Laura Chiatti, Anna Bonaiuto, Marco Giallini, Sergio Fiorentini, Angela Finocchiaro
IMDB:
Voto: 77/100
Padre Carlo Mascolo (Carlo Verdone) è un missionario che da anni vive in un villaggio dell'Africa, costantemente impegnato nello sviluppo e nella crescita della comunità che segue. A causa di una crisi spirituale che lo angoscia sempre di più decide di tornare a Roma per affrontare l'argomento con i superiori. Su suggerimento del padre spirituale, padre Carlo decide di trascorrere un pò di tempo in famiglia al fine di ritrovare se stesso attraverso il calore e la vicinanza dei propri cari. Ma è proprio all'interno del contesto familiare che i suoi problemi cresceranno in modo esponenziale. Le prime sorprese emergono subito a partire dalla prima visita a casa del padre, Alberto (Sergio Fiorentini), il quale si è da poco sposato con Olga, la badante che, a detta dei fratelli di Carlo Luigi (Marco Giallini) e Bea (Anna Bonaiuti), starebbe cercando di sottrarre al padre tutti i risparmi depositati in banca. Per Carlo è solo l'inizio: se, tornando in famiglia, sperava di trovare conforto e parole che potessero aiutarlo, si trova invece costretto a dover fronteggiare rancori, risolvere questioni di denaro e a dover sedare timori di natura xenofoba. A portare ulteriore scompiglio nella vita dei tre fratelli sarà l'incontro con Lara (Laura Chiatti), ragazza enigmatica alle prese con problemi di carattere economico che la portano a condurre una doppia vita: giovane dall'aria da educanda di fronte alla propria assistente sociale (Angela Finocchiaro) di giorno e modella provocante davanti alla webcam del suo pc di notte.
Dopo la faticosa digestione del consueto "cinepanettone", abbiamo ora la possibilità di rifarci il palato grazie all'ultima, brillante commedia, targata Carlo Verdone. Il regista e attore romano riscuote numerosi consensi grazie a quello che da alcuni è stato definito come uno dei suoi migliori lavori di sempre. Verdone torna a interpretare il ruolo di un sacedordote, ma siamo lontani anni luce dai personaggi macchiettisticamente stereotipati che eravamo abituati a vedere in film come "Un Sacco Bello"o "Viaggi di Nozze": abbiamo di fronte un personaggio originale, che si distacca da ogni modello passato, frutto, come afferma lo stesso Verdone, di una maturità finalmente conquistata dopo trent'anni di onorata carriera. Altro elemento di novità è la valenza etica che il regista intende assegnare al proprio film attraverso lo smascheramento dei difetti e delle ipocrisie del mondo occidentale, portando spesso al centro del dibattito tematiche riguardanti il discorso dell'accettazione razziale e culturale. Don Carlo Mascolo è l'immagine di un sacerdote moderno retto, equilibrato, che una volta tornato alla civiltà occidentale non può che sentirsi come un pesce fuori dall'acqua, attorniato dai vizi della nostra società e dal caos che regna all'interno della propria famiglia. Ma è proprio da questa situazione a scaturire l'elemento comico, aiutato sicuramente dalla splendida interpretazione di tutto il cast: Verdone non è più il solista, come in passato, ma parte integrante di un'ottima prestazione corale. La prova di Laura Chiatti è matura, Marco Giallini, alla sua prima interpretazione comica, stupisce, così come solide sono le recitazioni della Bonaiuti e della Finocchiaro.
Certamente non mancano delle falle all'interno della sceneggiatura mentre è probabile che gli appassionati dei personaggi tradizionali di Verdone storcano il naso di fronte all'ultima fatica del regista, tuttavia "Io, Loro e Lara" riesce a regalare due ore di piacevole intrattenimento senza per questo evitare possibili spunti di riflessione.


Presentazione di Io, loro e Lara





BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.