Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


mercoledì 27 maggio 2020

  • MP News
  • Cinema e Teatro

Il mastino dei Baskerville

09.02.2009 - Tariq Malik Bashir



APPUNTAMENTI - Al Teatro di Ostia Antica va in scena Albertazzi

"Le Memorie di Adriano" concluderanno la rassegna estiva
Leggi l'articolo

TEATRO - A Roma il Gran Premio 2.0 - Teatro da condividere

Il 18 giugno 2015 alle ore 21 presso la Sala Teatro GP2 cinque compagnie si contenderanno la palma del miglior corto...
Leggi l'articolo

TEATRO - "LETTERA DI UNA SCONOSCIUTA"

Al Doppio Teatro la storia di un amore alla ricerca della propira identità
Leggi l'articolo

Nel 1901 e il 1902 il celebre Strand Magazine pubblicò a puntate una nuova avventura del famoso detective. Le cronache del tempo raccontano di file sterminate nelle edicole, per l’uscita del “Mastino dei Baskerville”, perché ormai erano trascorsi ben nove anni dalla sua morte quando Conan Doyle, stanco del suo personaggio, decise di farlo sparire, nelle sequenze finali del racconto “Il problema finale”, fra le acque della cascata Reichenbach, in Svizzera. Dopo una lotta con il Napoleone del crimine, il professor Moriarty. Questo racconto fu pubblicato nel 1893 e fu inserito nella raccolta “Le memorie di Sherlock Holmes”.

Anche se l’avventura del personaggio risaliva a prima della sua tragica scomparsa, come tenne a precisare Doyle, anche se di fatto questo scritto riportava in vita il celebre consulente investigativo.

 

La trama è ambientata nella landa desolata di Dartmoor, in questa zona l’anziano sir Charles Baskerville viene trovato morto, per un possibile attacco cardiaco. In realtà il suo medico personale James Mortimer è convinto che dietro la morte del suo paziente ci possa essere un cane, una creatura diabolica e maledetta, che si aggirerebbe nella brughiera e colpisca a morte tutti gli eredi maschi della dinastia Baskerville. Il dottore si rivolgerà a Sherlock Holmes, per cercare di risolvere il mistero e per salvare la vita al giovane sir Henry, il quale è l’ultimo baronetto ed erede vivente della dinastia di Baskerville.

 

Il romanzo che ha riportato “in vita” il celebre investigatore è sicuramente uno dei più riusciti. La suspence e l’intreccio sono formidabili e l’intera opera non ha nulla da invidiare ai racconti del medesimo autore. In Italia fu pubblicato a puntate nel 1902 e il titolo che fu utilizzato in quella circostanza riuscì a cogliere l’essenza del romanzo. “La maledizione dei Baskervilles” evocava immagini spettrali ed era capace di far correre i brividi lungo la schiena dei lettori.

Successivamente sarà sostituito dal termine “mastino”, ma questo vocabolo non riuscirà a trasmettere quel senso di accanimento e persecuzione che in originale è reso perfettamente dal vocabolo hound.

 

Tutto Sherlock Holmes, Newton Compton, 2009, pp. 1248, 14,90 euro

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.