Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


giovedì 01 ottobre 2020

  • MP News
  • Cinema e Teatro

La Commedia di Candido

fino al 21 febbraio 2010

02.02.2010 - Flaminia Angelucci



APPUNTAMENTI - Al Teatro di Ostia Antica va in scena Albertazzi

"Le Memorie di Adriano" concluderanno la rassegna estiva
Leggi l'articolo

TEATRO - A Roma il Gran Premio 2.0 - Teatro da condividere

Il 18 giugno 2015 alle ore 21 presso la Sala Teatro GP2 cinque compagnie si contenderanno la palma del miglior corto...
Leggi l'articolo

TEATRO - "LETTERA DI UNA SCONOSCIUTA"

Al Doppio Teatro la storia di un amore alla ricerca della propira identità
Leggi l'articolo

In scena i filosofi più importanti del 700 Diderot, Rousseau, Voltaire (Vittorio Viviani)  e la multiforme ed ingegnosa Augustine (Ottavia Piccolo).

Augustine è la domestica di Diderot la quale incorsa nelle antipatie della padrona si vede costretta a lasciarne la casa, quand'ecco che ascoltando una conversazione tra il suo padrone ed un amico, scopre che Diderot è molto preoccupato per un libro, che pare, Voltaire stia per dare alle stampe: il Candido.

Augustine, quind,i  si propone come spia, essendo un' ex attrice dei peggiori teatri parigini e avendo conosciuto sia Voltaire che Rousseau (sospettato di aiutare il primo nella stesura del libro).

Ecco, lo spettacolo comincia...serva in casa di Diderot; farmacista tedesca, rigida e caparbia in casa di Rousseau, con mille ampolle per curare tutti i suoi mali: malvasia, timo, erbe di ogni genere e tipo; grand dama, piena di titoli e dallo spirito tagliente in casa di Voltaire (vestito come la statua della libertà)...in un susseguirsi di sketch e di battute, di occhiolini strizzati al pubblico. ("Eh questa battuta mi era venuta proprio bene, peccato che me la sono bruciata in queste circostanze" dice Diderot-Viviani).

Appena si scopre qualcosa, si capisce di non aver nulla tra le mani: amici, serve, vescovi, soldati...tutti hanno almeno una pagina del  Candido e cercano di ostacolarne la pubblicazione.

Allora se tutti sapevano, come è riuscito Voltaire a pubblicarlo? Ancora una volta è Augustine che salva la situazione...

Ottavia piccolo dimostra ancora una volta, se mai ce ne fosse stato bisogno, la sua poliedricità, la sua  padronanza dei tempi teatrali, non concedendo neanche un secondo allo spettatore per annoiarsi.

Non è da meno Vittorio Viviani che da solo interpreta  tre personaggi così diversi: Diderot il pensatore con le emicranie ("pace e calma, calma e pace"); Rousseau scorbutico che spara a tutti coloro che si avvicinano alla sua casa, vestito come uno straccione ("E ricordate io ho ben due nomi!") e Voltaire, "lo splendido", egocentrico e fanciullesco, completamente rapito dalla finezza della sua ospite che solo all'ultimo si accorge di essere spiato ("Eh signorì qui ho fatto la figura del becco!"). Tre personaggi esilaranti, che assomigliano a delle macchiette, personaggi estremizzati che riescono a rimere nella mente dello spettatore perché portati all'assurdo.

Grandi figure che diventano piccoli uomini, ma con una lingua tagliente, molto tagliente!

Un ultimo appunto va fatto ai costumi, luminosi e dettagliati  che enfatizzano le peculiarità di ogni personaggio.

Un'ora e trenta di risate. Si ride su cose importanti: la guerra, la libertà di pensiero, la figura della donna e si ride ancor di più dei modi assai poco "magnifici" con cui i filosofi e gli intellettuali si spiavano tra di loro. Notate bene: si ride su di esse ma non di esse, perché come diceva Voltaire: "non c'è miglior modo di pensare che farlo ridendo".

Se pensate di annoiarvi vi sbagliate...questi filosofi e quest'opera non sono come ve li eravate immaginati a scuola....

 

Al Teatro Manzoni

Via Monte Zebio 14/c (Piazza Mazzini)

Dal 26 Gennaio al 21 Fabbraio ore 21, la domenica alle 17.30

www.teatromanzoni.it

La Commedia di Candido

Di Stefano Massini  con Ottavia Piccolo, Vittorio Viviani, Massimiliano Giovanetti, Natalia Magni, Francesca Farcomeni, Desireè Giorgetti, Alessandro Pazzi.

Regia di  Sergio Fantoni

 

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.