Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


giovedì 24 settembre 2020

  • MP News
  • Cinema e Teatro

Recensione: Il Missionario

Appena uscito dal carcere, Mario sarà costretto a fingersi prete e rifugiarsi in un paesino sperduto nel sud della Francia, dove verrà scambiato per il nuovo parroco…

16.02.2010 - Carlo Brunelli



APPUNTAMENTI - Al Teatro di Ostia Antica va in scena Albertazzi

"Le Memorie di Adriano" concluderanno la rassegna estiva
Leggi l'articolo

TEATRO - A Roma il Gran Premio 2.0 - Teatro da condividere

Il 18 giugno 2015 alle ore 21 presso la Sala Teatro GP2 cinque compagnie si contenderanno la palma del miglior corto...
Leggi l'articolo

TEATRO - "LETTERA DI UNA SCONOSCIUTA"

Al Doppio Teatro la storia di un amore alla ricerca della propira identità
Leggi l'articolo

Titolo: Il Missionario
Regia: Roger Delattre
Cast: Jean-Marie Bigard, David Strajmayster
IMDB: 3,8/10
Voto: 45/100
Mario Diccara è un criminale francese che ha appena trascorso in carcere 7 anni per un furto di gioielli. Appena uscito di galera, le grane che aveva lasciato fuori tornano tutte insieme. Ad aspettarlo all'uscita dal carcere ci sono infatti i suoi complici del furto, che vogliono sapere con le buone o con le cattive dove aveva nascosto la refurtiva sette anni prima. Mario chiede qualche giorno di tempo per farsi i suoi calcoli, ma questi iniziano a rendergli la vita difficile, incendiandogli la macchina e la casa. A questo punto l'ex-galeotto è costretto a chiedere aiuto a suo fratello Patrick, un giovane e ingenuo sacerdote che gli suggerisce di raggiungere il suo amico e collega Padre Etienne in un paesino sperduto dell'Ardèche, camuffato con un abito ecclesiale per fuggire ai suoi creditori.
Una volta arrivato nell'Ardèche Mario si troverà davanti una grossa sorpresa: Padre Etienne è appena morto e i paesani lo accolgono come il nuovo parroco. Prende così il via una commedia degli equivoci incalzante e divertente, con tutte le difficoltà che incontrerà Mario a fingersi un vero sacerdote tra poliziotti tonti e ubriaconi e paesane attratte dalla prestanza fisica del nuovo parroco, tra scontri interraziali arrivati anche lontanissimo dai centri urbani e le strane abitudini dei paesani che alla fine lo adoreranno e saranno tutti felici del suo arrivo. In parallelo, la storia del fratello Patrick che, incaricato di recuperare e vendere la refurtiva, troverà enormi difficoltà a rimanere sulla retta via con tutti quei soldi tra le mani, fino ad arrivare ad un vero e proprio scambio di ruoli col fratello, un netto rovesciamento delle parti iniziali.
Il Missionario è una commedia divertente, a tratti quasi esilarante. Purtroppo però, ha molti punti deboli. L'inizio del film è disastroso, quasi frettoloso, forzato, finto. I primi minuti condizionano tutto il resto del film, che invece è ben costruito, incalzante, in continua evoluzione. Certo c'è poco di originale, alcune battute suonano anche di già sentito, ma non sarebbe di certo un peccato mortale, per rimanere in tema ecclesiastico. Anche la scelta, un po' buonista, del "predicozzo" (come definito dal protagonista stesso) sulle differenze razziali era forse evitabile in un film comico che scorreva alla perfezione senza bisogno di una morale finale, che sembra utilizzata solamente come espediente per trovare un lieto fine.
Sicuramente poco adatto ai raffinati palati francesi, è un film che si potrà sicuramente inserire bene nel panorama del mal abituato pubblico del cinema comico italiano.

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.