Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


mercoledì 27 maggio 2020

  • MP News
  • Cinema e Teatro

Harry Potter e l’ordine della fenice – il film

09.08.2007 - Carlo Guglielmo Vitale



APPUNTAMENTI - Al Teatro di Ostia Antica va in scena Albertazzi

"Le Memorie di Adriano" concluderanno la rassegna estiva
Leggi l'articolo

TEATRO - A Roma il Gran Premio 2.0 - Teatro da condividere

Il 18 giugno 2015 alle ore 21 presso la Sala Teatro GP2 cinque compagnie si contenderanno la palma del miglior corto...
Leggi l'articolo

TEATRO - "LETTERA DI UNA SCONOSCIUTA"

Al Doppio Teatro la storia di un amore alla ricerca della propira identità
Leggi l'articolo

Degli episodi cinematografici di Harry Potter successivi al primo si è sempre detto che il nuovo film fosse più dark, non più una saga per bambini ma qualcosa di più. In realtà vi è stata una vera sterzata verso il dark solo dal primo al secondo; dal terzo la saga ha assunto tinte più fosche e meno fiabesche, anche se definirlo horror è veramente assurdo: nemmeno il signore degli anelli raggiunge tale livello… L’impressione da lettore di Harry Potter di fronte alla versione cinematografica non può che essere fortemente influenzata in negativo, infatti nella trasposizione di un libro vengono necessariamente eliminati molti dettagli e riadattate scene intere. Tuttavia quest’ultimo film sembra avere qualcosa in più rispetto ai precedenti adattamenti per il cinema, certo a posteriori il giudizio che avevo espresso a caldo va ridimensionandosi: di fronte a una scena iniziale molto bella e al fantastico volo sulle scope sul Tamigi, agli incubi di Harry Potter veramente terribili e al ben realizzato personaggio dell’inquisitore supremo (Prof.ssa Umbridge) va detto anche che alcuni punti non sono ben chiari se non si conosce il libro. La trama risulta un po’ superficiale e poco approfondita. Dal punto di vista esclusivamente cinematografico è un gran bel film, con una fotografia gotica e un colonna sonora entusiasmante. Forse se fosse durato di più sarebbero emersi più dettagli e sarebbero stati analizzati certi passaggi poco chiari: la pellicola invece è stata tagliata per evitare di allungare, la Warner Bros infatti sa che il pubblico non ama eccessivamente lunghi film. Forse per ottenere un successo sicuro e non compromettere minimamente i ricavi è stata seguita questa strada, sta di fatto però che “Il Signore degli Anelli” è molto più lungo e ha ottenuto ugualmente il successo sperato. Vi invito comunque a vederlo non appena uscirà in dvd o ancor prima a noleggio.
BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.