Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


venerdì 29 maggio 2020

  • MP News
  • Cinema e Teatro

Flyboys – Giovani Aquile

09.08.2007 - Carlo Guglielmo Vitale



APPUNTAMENTI - Al Teatro di Ostia Antica va in scena Albertazzi

"Le Memorie di Adriano" concluderanno la rassegna estiva
Leggi l'articolo

TEATRO - A Roma il Gran Premio 2.0 - Teatro da condividere

Il 18 giugno 2015 alle ore 21 presso la Sala Teatro GP2 cinque compagnie si contenderanno la palma del miglior corto...
Leggi l'articolo

TEATRO - "LETTERA DI UNA SCONOSCIUTA"

Al Doppio Teatro la storia di un amore alla ricerca della propira identità
Leggi l'articolo

Oscurato in buona parte dai successi di “Spiderman 3”, “I Pirati dei Caraibi 3” ed “Harry Potter e l’Ordine della Fenice”, “Flyboys – Giovani Aquile” non ha raggiunto l’apice della notorietà. Pur essendo un bel film ed essendo stato candidato al “Saturn Awards” come miglior film del genere azione/avventura/thriller dell’anno non ha avuto incassi notevoli.
Il film intreccia l’inserimento dei volontari statunitensi nella squadriglia francese Lafayette, costituita prevalentemente da piloti francesi che combattono sul fronte occidentale, durante la prima guerra mondiale. Tra un pilota statunitense e una ragazza francese, che vive vicino l’aeroporto, nascerà una storia d’amore non facile viste le condizioni del momento.

Lo scoppio della Grande guerra compare sui giornali dell’epoca e alcuni giovani decidono di arruolarsi per diventare piloti di questi nuovi mezzi volanti inventati pochi anni prima. Si tratta dunque di una fase ancora sperimentale dell’utilizzo degli aerei in campo di battaglia, in cui i piloti che riescono a sopravvivere potranno farsi un nome, a differenza del semplice soldato di trincea che è uno dei tanti milioni. Diventano dunque veri e propri eroi che combattono in duelli dell’aria, come avveniva nei combattimenti medievali tra cavalieri. La maggior parte muore, anche i più bravi, dunque è ancora più rischioso che combattere a terra.
Hanno partecipato due attori importanti: a partire da Jean Reno, che non ha bisogno di spiegazioni, e James Franco, che ha interpretato nei tre episodi di “Spiderman” il ruolo del migliore amico di Peter Parker, Harry Osborne.
È abbastanza lungo, infatti dura la bellezza di 140 minuti, che non pesano e scorrono veloci e piacevoli, segno che è un buon film da vedere. La regia è di Tony Bill, attore dal ’63 fino all’ ’80 quando è diventato regista, da allora ha diretto numerosi film. Nelle sale italiane è uscito il 29 giugno scorso, dunque ancora pochi mesi è potrete gustarvelo in dvd, sarà interessante scoprirne i retroscena soprattutto per quanto riguarda le riprese dei combattimenti aerei.

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.