Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


sabato 14 dicembre 2019

  • MP News
  • Cinema e Teatro

DOPPIATRACCIA: LA QUARTA EDIZIONE DEL GRAN PREMIO INTERNAZIONALE DEL DOPPIAGGIO.

“La notte delle voci” è il titolo dell’evento “Gran Premio Internazionale 2010”, anche quest’anno all’Auditorium Conciliazione, ma come progetto all’interno del Festival del Cinema di Roma.

03.11.2010 - Simonetta Caminiti



DoppiaTraccia: Le contaminazioni creative

Il doppiaggio come problema linguistico. I convegni di Roma Tre. Intervista alla Professoressa Marinella Rocca Longo.
Leggi l'articolo

DOPPIATRACCIA: Federica De Bortoli. Bella, e che “Bella”!

Intervista alla voce italiana di Kristen Stewart.   
Leggi l'articolo

DOPPIATRACCIA - Videointervista a Domitilla D'Amico

La giovane doppiatrice più trasversale e popolare della sua generazione. Una voce che passa dalle adolescenti...
Leggi l'articolo


Foto di Guido Gambardella

“La notte delle voci” è il titolo dell’evento “Gran Premio Internazionale 2010”, anche quest’anno all’Auditorium Conciliazione, ma come progetto all’interno del Festival del Cinema di Roma.

Un titolo che, con facile ironia, potremmo associare alla parte “schizofrenica” del lavoro attoriale, ma senz’altro, e di più, a quella poetica.

Il doppiaggio è un mondo ricco di poesia, e su questo potete mettere una mano sul fuoco. Ce lo ricorda la clip che scorre, a un volume da batticuore, sullo schermo alle spalle dei due conduttori, Pino Insegno e Francesca Draghetti: la prima carrellata di stralci cinematografici della serata, affollata di frasi tra le più celebri, le indimenticate, di tutta la storia del cinema. Rigorosamente in italiano eppure (come nella regola fondamentale del buon doppiaggio) stupendamente universali: quelle che avremmo sempre attribuito alle corde e ai polmoni dei grandi attori di Hollywood.

La serata del 2 novembre 2010 ha premiato:

Mario Maldese – premio alla carriere.

Shutter Island – miglior film.

Sergio Di Stefano (grande professionista scomparso lo scorso 17 settembre) – miglior attore protagonista.

Dario Penne – miglior attore non protagonista.

Rodolfo Bianchi – miglior direzione del doppiaggio.

Up – miglior film d’animazione.

Lost – Miglior serie tv.

 

Pino Insegno insiste nel pronunciare due frasi-tormentone del suo repertorio sul doppiaggio: la prima è che “i doppiatori non sono un gruppo di carbonai”, bensì dei bravissimi attori a tutti gli effetti; la seconda è che nel doppiaggio vige ancora l’obsoleto e preziosissimo canone della meritocrazia, per cui… “Se perdi il provino, stai tranquillo che lo vince uno bravo”. Ma, nonostante le piccole lungaggini, gli sketch amatoriali un po’ improbabili girati in sala doppiaggio (e propinati con molta insistenza nel corso della serata), il gala scorre nella conduzione gradevole, in questa sede, dello stesso Insegno e della collega Draghetti.

Brillanti gli interventi di Mario Biondi, Giancarlo Magalli e infine Michele Placido, presidente della giuria, che ha espresso gratitudine verso i professionisti del doppiaggio italiano e ciò che di utile, per il suo mestiere d’attore a tutto tondo, gli hanno insegnato.

Uno speciale sulla serata sarà trasmesso nelle prossime settimane (data non ancora notificata) su Rai Due.

 


Gran Premio Internazionale del Doppiaggio
Foto di GUIDO GAMBARDELLA


BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.