Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


mercoledì 08 luglio 2020

  • MP News
  • Cinema e Teatro

Canto perché non so nuotare...500 repliche

Al Teatro Quirino dal 21 Dicembre al 9 Gennaio

28.12.2010 - Tariq Malik Bashir



TEATRO - Massimo Ranieri: "Viviani Varietà"

Al teatro Olimpico di Roma fino al 25 maggio 2014 la nave di Raffaele Viviani nel suo lungo viaggio verso l'Argentina
Leggi l'articolo

Boldi sconfigge l’agente di sua maestà

I cinepanettoni sono sempre da primato
Leggi l'articolo

RECENSIONE - Matrimonio a Parigi

Matrimonio a Parigi, film del regista italiano Claudio Risi, uscirà il 21 ottobre nelle sale...
Leggi l'articolo

Risale all'antico medioevo, il periodo buio per antonomasia, la superstizione che abbina, in modo malevolo, il colore viola al mondo del teatro. Tutta questa storia nacque dalla vetusta tradizione di voler bloccare, in un certo periodo dell'anno, ogni forma di rappresentazione teatrale e spettacolo pubblico. Il divieto incominciava ben quaranta giorni prima della Pasqua e questa sospensione metteva a dura prova le vite degli artisti.

Al teatro Quirino, in Roma,  Massimo Ranieri sul palco canta, balla, scherza e si muove come un fanciullo. Sfidando ogni superstizione viola è il colore della sua camicia, viola è il colore delle luci sul palco, variopinto è il pubblico in sala, ma le loro mani sono tutte di un solo colore, un bel rosso fiammante dovuto a una moltitudine di applausi.

L'artista, che non ha mai perso l'amore del suo pubblico, nel momento in cui porge le sue "Rose Rosse" riceve altrettanti omaggi floreali dalla sala, che però nella serata d'esordio non fa registrare il tutto esaurito. Giovanni Calone, alias Massimo Ranieri, allunga le braccia verso gli spettatori presenti e a ogni applauso risponde con un forte abbraccio. Mette in mostra buona parte del suo repertorio canoro e canterà stando in piedi, seduto, buttato a terra e anche mentre esegue una serie infinita di addominali.

L'artista partenopeo, fra una canzone e l'altra, rivelerà che agli inizi della carriera era conosciuto con il nome di Brunello. Questo perché i discografici dell'epoca erano convinti che avrebbe potuto avere successo con quel nome. Ma dopo 500 repliche c'è anche spazio per approfondire meglio alcune peculiarità che caratterizzano meglio l'artista. Perché le sue scarpe sono sempre lucide? Perché non sa nuotare? Questi e altri quesiti saranno approfonditi nel corso di queste serate romane. L'affascinante corpo di ballo, esclusivamente al femminile, accompagna Ranieri in tutte le sue movenze e mentre l'artista ci regala i suoi virtuosismi vocali da oltre 500 repliche, le splendide ballerine ci deliziano con dei balli e delle movenze precise come la lama di un coltello.

 

Teatro Quirino

Via delle vergini, 7 - Roma

 

Massimo Ranieri

Canto perché non so nuotare da...........500 repliche

di Gualtiero Peirce e Massimo Ranieri

coreografie Franco Miseria

costumi Giovanni Ciacci

light designer Maurizio Fabretti

regia Massimo Ranieri

dal martedì al sabato ore 20,45

giovedì 23, mercoledì 29 dicembre ore 16,45

venerdì 31 dicembre ore 19,00

tutte le domeniche ore 16,45

venerdì 24 dicembre e sabato 1 gennaio RIPOSO

La replica del 6 gennaio è spostata al giorno lunedì 3 gennaio

Prezzi                          Interi                           Ridotti

Platea                          55,00 €                       47,00 €

I Balconata                 50,00 €                       42,50 €

II Balconata                44,00 €                       37,50 €

Galleria                      38,50 €                       33,00 €

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Canto perché non so nuotare...500 repliche



BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.