Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


mercoledì 23 settembre 2020

  • MP News
  • Cinema e Teatro

RECENSIONE - A few best man

Presentato fuori concorso al Festival di Roma, A few best man è una spassosa commedia diretta dal regista australiano Stephan Elliot

28.10.2011 - Carlo Brunelli



APPUNTAMENTI - Al Teatro di Ostia Antica va in scena Albertazzi

"Le Memorie di Adriano" concluderanno la rassegna estiva
Leggi l'articolo

TEATRO - A Roma il Gran Premio 2.0 - Teatro da condividere

Il 18 giugno 2015 alle ore 21 presso la Sala Teatro GP2 cinque compagnie si contenderanno la palma del miglior corto...
Leggi l'articolo

TEATRO - "LETTERA DI UNA SCONOSCIUTA"

Al Doppio Teatro la storia di un amore alla ricerca della propira identità
Leggi l'articolo

 

Immaginate da una parte quattro ragazzi londinesi con situazioni problematiche alle spalle, che dopo essere stati per anni amici ora convivono. Dall'altra parte immaginate una antica famiglia liberale australiana, i Kennedy d'Australia.

Ora, immaginate che in una lunga vacanza alla ricerca di sé stessi, uno dei quattro ragazzi conosca la figlia della ricca famiglia australiana in una sperduta isola del pacifico e decida di sposarla.
Immaginate ora il ricevimento di matrimonio a casa di lei, con i tre sbandati ragazzi come unica rappresentanza della "famiglia" dello sposo. Ovviamente i ragazzi non si faranno sfuggire l'occasione di incontrare strani pusher, di darsi alla pazza gioia durante l'addio al celibato e di combinarne una dopo l'altra fino a rovinare il matrimonio del loro migliore amico.

A few best men, che in patria nostra arriverà con il titolo, al solito incomprensibilmente storpiato, di Tre uomini e una pecora, non si lascia però cullare dalle gag facili e già viste e cerca di tenere alto il livello di umorismo accompagnandolo con una trama che si svolge agile e senza la paura di avere assenze di humor per qualche sequenza.

Dietro la macchina da presa si vede la mano esperta di Stephan Elliot, che al Festival di Roma già due anni fa aveva riscosso i favori di critica e pubblica con Easy Virtue - Un matrimonio all'inglese.
Nel cast spiccano Olivia Newton-John, la Sandy di Grease, e i giovani attori Kris Marshall (Funeral Party) e Kevin Bishop (L'appartamento spagnolo).
Una commedia spassosa, ben riuscita, adatta soprattutto ai più grandi, ma che non infastidirebbe certo i più piccini ormai abituati a molto peggio, una pellicola che non annoia ma anzi allieta lo spettatore per tutta la sua durata, regalando grasse risate e strappando qualche sincero sorriso.

 

 

Voto: 73/100

 

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.