Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


venerdì 25 settembre 2020

  • MP News
  • Cinema e Teatro

Tim Burton’s Big Fish

Una vita raccontata attraverso storie incredibili

12.02.2007 - Flaminia Angelucci



APPUNTAMENTI - Al Teatro di Ostia Antica va in scena Albertazzi

"Le Memorie di Adriano" concluderanno la rassegna estiva
Leggi l'articolo

TEATRO - A Roma il Gran Premio 2.0 - Teatro da condividere

Il 18 giugno 2015 alle ore 21 presso la Sala Teatro GP2 cinque compagnie si contenderanno la palma del miglior corto...
Leggi l'articolo

TEATRO - "LETTERA DI UNA SCONOSCIUTA"

Al Doppio Teatro la storia di un amore alla ricerca della propira identità
Leggi l'articolo

Tim Burton è il regista delle storie fantastiche (Nightmare before Christmas, La Sposa cadavere, Edward mani di forbice, Mars Attack!, etc…), quindi non stupitevi del mondo da favola in cui vi catapulta Big Fish, mettendo però lo spettatore per la prima volta nella sua opera di fronte a un tema comune e quotidiano trattato ovviamente in modo eccezionale: l’incomprensione generazionale.
Edward Bloom, interpretato nelle sue età dal duo Albert Finney – Ewan McGregor, è un uomo che affascina tutti con le proprie storie strampalate fatte di pesci magici, giganti e città incantate… tutti tranne suo figlio Will, che, ormai cresciuto, non vuole più ascoltare le favole, ma vorrebbe solo capire chi è realmente stato suo padre.
Lentamente ripercorrendo tutte queste incredibili storie legate alla vita del protagonista, lo spettatore sarà tenuto a riflettere sulla differenza fra la verità e la menzogna: siamo proprio sicuri che sia sempre meglio ascoltare una brutta verità che una bella bugia?
Tutte le favole altro non sono che verità romanzate perché “le storie vivono dopo di noi e rendono l’uomo immortale”. Talvolta una favola, un racconto, può essere l’unico modo in cui un uomo riesce ad evadere da una realtà opprimente; ma forse in questo caso, i racconti favolosi sono solo giustificazioni alle assenze reali, un luogo in cui farsi bello agli occhi degli altri, un modo per dire ti amo al figlio. Siamo ciò che raccontiamo, chi ci ha ascoltato inevitabilmente ripeterà o assorbirà quelle storie, nella comunione di storie c’è la fusione delle anime, infatti sarà Will a raccontare l’ultima storia della vita di Edward.
BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.