Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


martedì 26 maggio 2020

  • MP News
  • Cinema e Teatro

Gauguin a Roma

Inaugurata la prima mostra romana dell’artista

08.01.2008 - Chiara Comerci



APPUNTAMENTI - Al Teatro di Ostia Antica va in scena Albertazzi

"Le Memorie di Adriano" concluderanno la rassegna estiva
Leggi l'articolo

TEATRO - A Roma il Gran Premio 2.0 - Teatro da condividere

Il 18 giugno 2015 alle ore 21 presso la Sala Teatro GP2 cinque compagnie si contenderanno la palma del miglior corto...
Leggi l'articolo

TEATRO - "LETTERA DI UNA SCONOSCIUTA"

Al Doppio Teatro la storia di un amore alla ricerca della propira identità
Leggi l'articolo

Si è aperta il 6 ottobre scorso la mostra “Paul Gauguin. Artista di mito e sogno”: fino al3 febbraio 2007 rimarranno esposte presso il Vittoriano (via S. Pietro in carcere) 150 opere tra oli, disegni, disegni, sculture e ceramiche realizzati dal grande artista cittadino del mondo. La mostra, che nasce sotto l’Alto Patronato del presidente della Repubblica Italiana, espone capolavori provenienti da importanti musei pubblici e prestigiose collezioni private di tutto il mondo, come l’Hermitage di S. Pietroburgo, la National Gallery of Art di Washington e la NY Carlsberg Glyptotek di Copenhagen, e ben sottolinea la vocazione internazionale di un artista che cercò a lungo nel mondo il vero paradiso terrestre.
Il motivo che lega Gauguin a Roma e all’Italia, oltre alla conoscenza profonda dell’arte antica e rinascimentale del nostro paese, riguarda l’Arcadia, la mitica età dell’oro di cui narrano molti autori latini, come Virgilio – più volte citato dall’artista nelle sue lettere – e la ricerca del luogo ideale dove l’umanità avrebbe potuto vivere in un’abbondanza ed in una serenità degni del mito. Gauguin vivrà tutta la sua vita in una continua tensione verso questo ideale, esplorando paesi e incontrando popolazioni “primitive” ben lontane dalla vita già frenetica ed impersonale dell’Europa di fine Ottocento. E le opere esposte al Vittoriano portano il visitatore in questo viaggio del corpo e dello spirito, attraverso tutti i passaggi di stile che condussero Gauguin da un inizio fortemente suggestionato dall’Impressionismo – con la marcata costruttività del colore – ad un concetto più simbolico ed evocativo dell’arte, che nella narrazione della vita haitiana, ma anche di altri luoghi come le Isole Marchesi, sembra quasi confondersi con l’immaginario indigeno. Oltre ai dipinti infatti la tecnica della xilografia – la stampa da incisione su legno – molto ricorda il Batik africano, o le pitture su stoffa di etnica memoria. Sorprendenti anche le rare sculture in legno, che rispecchiano la precisa volontà di Gauguin di immedesimarsi nella cultura che rappresenta, di mescolarsi ad essa senza giudicarla.
Lo stesso spazio espositivo del Vittoriano sembra seguire le evoluzioni stilistiche di Gauguin: il percorso si snoda ora lineare, ora tortuoso fino a sfociare in una grande sala, ove sono esposte le ultime opere del grande artista, oramai solo e malato, che toccò però l’apice della sua espressività.

Complesso del Vittoriano
Via S. Pietro in carcere (Fori Imperiali)
Orari: dal lunedì al giovedì 9:30 – 19:30
Venerdì e sabato 9:30 – 23:30
Domenica 9:30 – 20:30

Costo del biglietto: intero € 10,00; ridotto € 7,50

Info tel 06 6780664
BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.