Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


venerdì 06 dicembre 2019

  • MP News
  • Cinema e Teatro

Recensione Film: Lezioni di Cioccolato

18.12.2007 - Marco Bolsi



APPUNTAMENTI - Al Teatro di Ostia Antica va in scena Albertazzi

"Le Memorie di Adriano" concluderanno la rassegna estiva
Leggi l'articolo

TEATRO - A Roma il Gran Premio 2.0 - Teatro da condividere

Il 18 giugno 2015 alle ore 21 presso la Sala Teatro GP2 cinque compagnie si contenderanno la palma del miglior corto...
Leggi l'articolo

TEATRO - "LETTERA DI UNA SCONOSCIUTA"

Al Doppio Teatro la storia di un amore alla ricerca della propira identità
Leggi l'articolo

Titolo: Lezioni di cioccolato
Regia: Claudio Cupellini

Cast: Luca Argentero, Violante Placido, Neri Marcorè, Hassani Shapi
IMDB:
64/100
Voto: 75/100

Due culture a confronto: quella egiziana, con le sue regole di cortesia e rispetto e i divieti di bere alcool e mangiare carne di maiale, e quella italiana, menefreghista delle condizioni dei lavoratori, che pur di guadagnare di più assume in nero non preoccupandosi dei rischi. A volte capita però che due persone appartenenti a mondi differenti non siano poi così tanto diverse tra loro e che la superiorità dell’una sull’altra sia dettata soltanto da motivi occasionali.

La vita, che sembrava così regolare e logica nel suo sviluppo, cambia improvvisamente strada e porta a fare esperienze lontane dal nostro modo di essere, che avvicinano a situazioni prima ignorate forse per semplice paura della loro effettiva esistenza. Il destino, la sorte, il fato, Dio offrono spesso una seconda opportunità, una chance per redimersi dagli sbagli compiuti e imboccare una nuova via, forse più difficile perché piena di imprevisti, ma sicuramente migliore della prima. E se l’iter metamorfico attraverso il quale compiere il cambiamento è il cioccolato, e di per giunta di una marca famosa, ben venga. All’inizio lo scopo di questa scelta sembrerà dettato da costrizioni forzate, e sarà affrontata contro voglia come fosse un’ imposizione; in realtà si rivelerà una piacevole scoperta soprattutto per le soddisfazioni che porterà con sé. Perché aiutare il prossimo che si trova in una situazione precaria rispetto alla nostra, non è solo un gesto di carità, ma è anche occasione per dare una mano a un fratello e capire che la stessa condizione può tranquillamente riversarsi su noi stessi.


Se a tutto ciò si aggiunge pure l’amore isterico di una Violante Placido paranoica e le lezioni di un Neri Marcorè su come creare piccoli momenti di piacere, il divertimento è assicurato. Per non parlare della comicità di Hassani Shapi, l’egiziano ricattatore e ingrato, che sfrutta ogni pretesto per minacciare di denunciare il suo capo. Insomma un cast piuttosto giovane e frizzante che affronta alcuni problemi dell’Italia con una punta di dolce (o amaro?) in bocca in una sentimental comedy dai toni leggeri e spensierati. La questione sociale sfuma pian piano per lasciare il posto alla complessità delle relazioni interpersonali e agli equivoci divertenti che ne possono derivare. Il tutto in un cast, quasi interamente italiano con personaggi tipici, dal cinquantenne romano scapolo, al siciliano diffidente con gli altri.
Un’estiva Perugia fa poi da contorno alla storia rendendo la cornice più romantica ma ahimè banalizzata da tutta la pubblicità indiretta che si porta dietro. Fortunatamente la densa melassa è smorzata dal finale non prevedibile che lascia agli spettatori un dolce retrogusto di tenerezza con una morale poco discutibile sulla stronzaggine degli Italiani e non solo.

 

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.