Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


venerdì 23 agosto 2019

  • MP News
  • Cinema e Teatro

Recensione Film: Natale in crociera - Uno Tsunami di risate

25.12.2007 - Tariq Malik Bashir



APPUNTAMENTI - Al Teatro di Ostia Antica va in scena Albertazzi

"Le Memorie di Adriano" concluderanno la rassegna estiva
Leggi l'articolo

TEATRO - A Roma il Gran Premio 2.0 - Teatro da condividere

Il 18 giugno 2015 alle ore 21 presso la Sala Teatro GP2 cinque compagnie si contenderanno la palma del miglior corto...
Leggi l'articolo

TEATRO - "LETTERA DI UNA SCONOSCIUTA"

Al Doppio Teatro la storia di un amore alla ricerca della propira identità
Leggi l'articolo

Anche quest’anno saremo travolti dall’ironia di questo film di Natale. Frizzi (non centra nulla Fabrizio) e lazzi dalla prima all’ultima sequenza. La sceneggiatura di Fausto Brizzi, già famoso per pellicole come Notte prima degli esami, Natale sul Nilo e in India, è veramente effervescente. Perché riesce a ridare lustro ad una serie che l’anno passato sembrava una portaerei in disarmo. Questa volta i nostri eroi De Sica, Michelle Hunziker, Alessandro Siani (bravissimo), Aida Yespica e Fabio De Luigi si imbarcano alla volta dei Carabi, a bordo di una bellissima nave della flotta Costa Crociere. Il film a dire il vero nelle prime sequenze sembra un po’ scontato, infatti l’emblema di quanto detto è l’originalissimo regalo di Natale, che Francesca (Nancy Brilli) regala al marito Paolo (Christian De Sica). Anche le prime sequenze a terra fra Michelle e De Luigi non sono propriamente niente di eccezionale e non aggiungono nulla di nuovo al tema della serie. Poi però col passare dei minuti la pellicola si rinvigorisce e, una volta saliti a bordo, l’avventura prende quota, pardon il largo. Il picco si raggiunge con la scena del bagno turco, che vede De Sica protagonista di un’interpretazione ai limiti dell’umano. Le due vicende, che compongono il film, sono divise da una sottile cortina di ferro, perché non entrano mai in simbiosi. Così mentre questa caratteristica su altre pellicole poteva essere uno svantaggio, in questo caso è solo un vantaggio perché i due gruppi di attori sono liberi di recitare come più li aggrada. Per cui durante tutto il tempo, c’è un reale sviluppo della vicenda e non ci sono quelle patetiche sequenze, che altre volte all’improvviso vedevano tutti i protagonisti incrociarsi per caso e stappare lo spumante per l’inizio del nuovo anno.
Da rilevare che è veramente notevole l’affiatamento fra la coppia De Luigi - Hunziker, il loro episodio in certi momenti è veramente uno spasso. Mentre il tandem Siani-De Sica crea un’atmosfera di contrapposizione dialettica veramente eccezionale. Una nota positiva per Michelle Hunziker, la quale col passare degli anni ha dimostrato di aver migliorato la sua postura dinanzi ad una telecamera. Non come in Alex l’ariete, su cui è meglio mettere una pietra sopra.
Il film merita di essere visto, si ride di gusto dal primo all’ultimo minuto, e riesce ad andare oltre le solite pellicole di Natale. In questo caso poi è la prima volta nella storia dei cinepanettoni, in cui le due vicende sono completamente in antitesi fra loro, per cui si aumenta il divertimento e si riesce a sfruttare al meglio la vis comica degli attori.
BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.