Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.mpnews.it/home/archivio/config/routing.php on line 4
MP News | Archivio
collabora redazione chi siamo


venerdì 23 agosto 2019

  • MP News
  • Cinema e Teatro

Politica e Informazione: Guerre Di Carta

Ostellino, Ricolfi, Nirenstein e Fassino discutono di Leoni per agnelli

25.12.2007 - Carlo Brunelli



APPUNTAMENTI - Al Teatro di Ostia Antica va in scena Albertazzi

"Le Memorie di Adriano" concluderanno la rassegna estiva
Leggi l'articolo

TEATRO - A Roma il Gran Premio 2.0 - Teatro da condividere

Il 18 giugno 2015 alle ore 21 presso la Sala Teatro GP2 cinque compagnie si contenderanno la palma del miglior corto...
Leggi l'articolo

TEATRO - "LETTERA DI UNA SCONOSCIUTA"

Al Doppio Teatro la storia di un amore alla ricerca della propira identità
Leggi l'articolo

Leoni per agnelli. Un film che propone così tante riflessioni non può che far nascere un dibattito pieno di spunti per politici e giornalisti. Quelli che hanno raccolto Piero Fassino, inviato UE per la Birmania, Fiamma Nirenstein, giornalista di guerra, il professor Ricolfi e l’editorialista del Corriere della Sera Piero Ostellino, in una tavola rotonda organizzata dalla Fondazione David Hume al Palazzo delle Esposizioni di Roma.

E’ proprio Ostellino, Presidente della neonata fondazione, a mettere in risalto il rapporto tra politici e cittadini. “Vale la pena spendere milioni per la guerra all’estero invece di spenderli per migliorare il proprio paese?” La politica, secondo Ostellino, non può trovare una risposta a quale dei due fattori sia più importante, ma dovrebbe cercare di mediare. Purtroppo in democrazia l’etica di responsabilità del politico e l’etica dei principi del cittadino possono conciliarsi solo al momento del voto, per il resto devono rimanere separate.
Nel merito delle scelte sui conflitti afgano e iracheno non ha dubbi: “Quelli che erano e che sono oggi pregiudizialmente contrari alla guerra in Iraq, si chiedono se era meglio Saddam ieri o i civili che mostrano le dita con cui hanno votato oggi? Il quieto vivere internazionale valeva la pelle di un popolo tiranneggiato da un satrapo e ucciso ogni giorno? Da questo punto, e lo dico da non credente, la battaglia sul relativismo di Papa Ratzinger non è del tutto sbagliata. Ci battiamo tanto per i diritti civili di noi occidentali, e ce ne infischiamo degli altri nascondendoci dietro il fatto che è la loro cultura ad esser fatta così”

Piero Fassino pone invece l’accento su due problemi, riguardo l’apatia dello e la trasparenza del senatore Irving.
”Meglio provare e non riuscire che non riuscire a provare” dice il professore al suo studente, che fa una critica facile al mondo politico. Per Fassino il messaggio etico fondamentale è “Credere e impegnarsi, il mondo dipende anche da quello che te fai per cambiarlo”.
Della figura di Irving sottolinea aspetti più critici: “Irving sembra in assoluta buona fede, tutto fa pensare che dica delle cose perché ci crede. Ma poi c’è il dramma concreto della guerra, nel suo vissuto, con due ragazzi esposti ai rischi imputabili a quella strategia. C’è dentro il tema del rapporto tra fini e mezzi. Mi pare questo il bello del film, e cioè che ci obbliga a riflettere sulla dimensione etica delle nostre scelte”.


Sul rapporto tra il senatore e la giornalista interviene Fiamma Nirenstein, che fa notare come se il film fosse stato girato oggi, dopo l’operato del generale Petraeus i dialoghi sarebbero diversi, e la giornalista non avrebbe questi dubbi, mentre legittimi sono i dubbi che ha sull’alleanza tra sunniti e sciiti contro il grande nemico americano. Ma nonostante i sensi di colpi che possono avere, “talvolta i giornalisti sono guidati dai pregiudizi più che dalla valutazione critica”

Conclude il dibattito Ostellino, criticando il relativismo di oggi, e consigliando di guardare il film nella sua complessità totale, lasciandoci dietro i pregiudizi politici che porterebbero a tifare per un protagonista o per l’altro. “Il film non è un’ apologia dell’America, ma una fotografia dell’America di oggi”.

BlinkListDiggFacebookFurlGoogleLinkedInLiveMySpaceNetscapeNetvibesNewsVineOk NotiziePliggPliggaloPostanotiziePrintRankaloSegnaloStumbleUponTechnoratiTechnotizieTwitterYahooBuzzdel.icio.usemailfainformazione.it

Commenti

Per poter lasciare un commento devi prima effettuare il login o registrarti al sito.